Politica

Dimissioni Pisani, da Pd e Fdi rammarico e preoccupazione

AUGUSTA – Il rammarico per il passo indietro di Pino Pisani, stimato medico, attivista pentastellato e uomo forte dell’amministrazione Di Pietro, è generale. Infatti, oltre agli esponenti cittadini del M5s, anche i consiglieri comunali dell’opposizione e i responsabili dei partiti presenti nel territorio gli hanno riconosciuto in queste ore doti di serietà, moderazione e coerenza.

Dal fronte della sinistra politica, il segretario cittadino e consigliere comunale del Partito democratico Giancarlo Triberio, esprimendo vicinanza all’ormai ex Vicesindaco, commenta: “Con questo gesto, consegna un ulteriore buon esempio di serietà e coerenza; la Città tutta perde la sua grande competenza, professionalità ed equilibrio, doti non comuni e che in questi mesi ho ancor di più apprezzato, rappresentando quella società civile che si mette a disposizione e a servizio della propria comunità al di là di idee e colore politico“.

Aggiunge: “Senza dubbio l’amministrazione targata 5 Stelle perde il suo uomo simbolo, dal punto di vista politico per il grande e storico consenso che ha ricevuto, ma anche per la sua autorevolezza difficilmente sostituibile e che oggettivamente e innegabilmente ha svolto un ruolo predominante nella fiducia dei cittadini verso questa Amministrazione“.

Dal fronte della destra politica, i coordinatori cittadini di Fratelli d’Italia Enzo Inzolia e Marco Failla, con una nota congiunta, rivolgono un augurio a Pisani: “Auguri fervidi affinché i problemi adombrati possano risolversi al più presto e nel migliore dei modi“.

Esprimono una valutazione politica: “Occorre prendere atto di una situazione interna alla maggioranza che, ancor prima del ballottaggio e per motivi che qui poco interessano, è andata sfilacciandosi progressivamente e sistematicamente; se questa doveva essere la rivoluzione o la svolta epocale non si può non osservare, al contrario, il sostanziale immobilismo amministrativo, al di là della occupazione di tutto l’occupabile, di una maggioranza del tutto incapace di governare“.

Inzolia e Failla concludono: “Nel superiore interesse della Città, e a fronte delle enormi necessità che la gravano, possiamo solo sperare che, se e quando verranno risolti i problemi di organico, si ponga mano alle soluzioni idonee a garantire agli Augustani, ai tanti giovani costretti ad emigrare, alle categorie più deboli un futuro appena più sereno“.


In alto