Magazine

Guida per seguire gli investimenti con le criptovalute

“Criptovaluta” sembra per un profano un concetto piuttosto criptico e di non semplice comprensione. Molte persone hanno difficoltà a capire la tecnologia che alimenta la criptovaluta, per non parlare di come funziona come investimento. Negli ultimi dieci anni, il valore della criptovaluta è salito alle stelle oltre le aspettative di molti investitori. Intendiamo fare luce su questo concetto.

Che cos’è la criptovaluta?

In teoria, la criptovaluta è una valuta virtuale detenuta e distribuita online. In realtà, è un asset digitale che può guadagnare o perdere valore in modo simile ad azioni e obbligazioni. Mentre una valuta in contanti incorpora banconote e monete metalliche, una criptovaluta utilizza una “moneta” virtuale, “token” o “unità”. Puoi acquistare una moneta/token/unità da qualsiasi azienda che faciliti gli scambi di criptovaluta e puoi scambiare, acquistare o vendere con altre persone che possiedono criptovalute, non diversamente dal commercio di azioni nelle aziende americane.

Ciò che distingue la criptovaluta dalla valuta standard (oltre al fatto che non c’è denaro fisico) è che la criptovaluta è “decentralizzata”. Non esiste un’autorità centrale che governi la valuta. Ad esempio, la Federal Reserve gestisce la valuta nazionale degli Stati Uniti, influenzando i prezzi, i tassi di interesse e l’offerta complessiva di denaro circolante nell’economia. La criptovaluta non ha tale supervisione.

Tuttavia, una criptovaluta è generalmente gestita da un “sistema”. Il sistema, gestito da una società di criptovalute, tiene traccia di tutte le unità di criptovaluta e dei loro proprietari. Il sistema determinerà anche quando è possibile creare nuove unità crittografiche. Va bene, quindi potrebbe suonare un po’ come la Federal Reserve. Ma i sistemi di criptovaluta non hanno una posizione centrale o un server in cui sono archiviate le unità. Non ci sono banche virtuali.

Bitcoin è di gran lunga il sistema di criptovaluta più grande e popolare al mondo. In effetti, alcuni esperti finanziari definiscono “altcoin” qualsiasi criptovaluta che non sia Bitcoin. Questa è una testimonianza del dominio di Bitcoin.

Come funziona la criptovaluta?

Potresti chiederti: “Cosa dà il suo valore a un’unità di criptovaluta?” Per la maggior parte delle attività, il valore è determinato da fattori di mercato. Prendiamo ad esempio il mercato immobiliare. Cosa determina il valore di un immobile? Una proprietà potrebbe essere valutata più in alto se si trova in una posizione desiderabile, o se è più lussuosa, o se si trova in un quartiere che potrebbe vedere un aumento dei prezzi delle case. E le azioni? Il valore delle azioni è generalmente determinato dal successo dell’azienda (o dal successo imminente dell’azienda). Profitti più elevati significano dividendi più elevati, il che significa prezzi delle azioni più elevati.

Anche i valori delle criptovalute sono legati al mercato, ma in modo diverso. Non esiste alcun bene fisico che sia influenzato dall’economia locale. E il valore non è legato ai profitti aziendali. Il valore di un’unità di criptovaluta dipende interamente dal fatto che le persone vogliano acquistare o meno unità di criptovaluta. In effetti il valore della criptovaluta non si basa nient’altro che sull’interesse dei consumatori nell’acquisto di criptovaluta. Se molte persone acquistano criptovalute, il valore aumenterà. Se le persone smettono di acquistare criptovalute, il valore diminuirà.

Questo è un concetto sbalorditivo sia per gli investitori principianti che per quelli veterani. Ma non è un’idea così folle per gli investitori ad alto rischio che negoziano spesso in attività volatili. Un “asset volatile” è un bene che può subire grandi e rapidi cambiamenti di valore. I penny stock sono un tipo comune (e più “socialmente accettabile”) di asset volatile. Spesso rappresentano un rischio eccessivo per l’investitore medio, ma possono produrre rendimenti estremamente elevati per quei lupi di Wall Street che studiano attentamente l’attività di mercato. Allo stesso modo, la criptovaluta può produrre rendimenti elevati se un investitore sfrutta i picchi di mercato.

Di cosa hai bisogno per investire in criptovaluta?

Sebbene l’idea della criptovaluta possa essere scoraggiante per gli investitori principianti, i requisiti per iniziare sono minimi. Se vuoi imparare a investire in criptovaluta, hai solo bisogno di: documenti di identificazione personale, informazioni sul conto bancario e una connessione internet flat sicura. È possibile acquistare criptovaluta anche tramite un agente di cambio. In questo caso, la maggior parte delle tue informazioni personali e finanziarie saranno già archiviate. Ora che hai quello che ti serve, iniziamo a investire.

Suggerimenti da sapere prima di investire in criptovaluta

Ecco un paio di cose importanti che dovresti sapere prima di investire in criptovaluta.

  1. Imposta sulle plusvalenze

Ai fini fiscali, la criptovaluta è considerata una risorsa, come un’azione o una proprietà. Quando vendi criptovalute e realizzi un profitto, dovrai pagare l’imposta sulle plusvalenze su ciò che hai guadagnato. Tienilo a mente quando stai pianificando il budget per l’anno e pianificando le tasse.

  1. Esegui degli investimenti a breve termine

Poiché la criptovaluta è un asset volatile, molti investitori la considererebbero un investimento a breve termine piuttosto che a lungo termine. È possibile che in futuro la criptovaluta possa diventare un investimento stabile e che le partecipazioni a lungo termine producano profitti significativi. Ma questo è un grande “se”. Poiché i valori delle criptovalute sono diminuiti, potreste avere maggiori possibilità di realizzare un profitto analizzando il mercato. È incredibilmente rischioso, ma le criptovalute sono ad alto rischio. Se volete che il vostro investimento sia remunerativo sul lungo periodo, è meglio investire in obbligazioni a lungo termine, fondi indicizzati o IRA.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2022 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Salvatore Pappalardo
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2022 La Gazzetta Augustana.it

In alto