Sport

Paracanoa, Salvo Ravalli punta i campionati italiani maratona di Firenze. “Come ci disse Zanardi a Rio…”

AUGUSTA – È tornato all’agonismo la scorsa estate il paracanoista augustano Salvo Ravalli, quattro anni dopo la partecipazione alle Paralimpiadi di Rio con la squadra azzurra, e adesso mette nel mirino i campionati italiani maratona di Firenze, in programma il 6 e 7 marzo sull’Arno.

Sull’acqua piatta dell’Idroscalo di Milano per i campionati italiani, lo scorso settembre, vinse quattro medaglie d’oro su K2 condivise con il paracanoista catanese Andrea Biagi e la società sportiva Jomar Club di Catania, del direttore sportivo Fabrizio Messina.

Seguito dall’allenatore etneo Daniele Romano, Ravalli si sta adesso preparando con tenacia sul fiume San Leonardo per gareggiare, stavolta su K1, per la prima volta sulla distanza “maratona” che per la sua categoria KL1 è pari a 7,450 km. Un programma che deve superare problematiche logistiche varie connesse all’emergenza pandemica, tant’è che il paracanoista augustano ha deciso che per i primi di marzo partirà con proprio automezzo, imbarcandosi per la tratta via nave Catania-Palermo-Civitavecchia, verso Firenze.

Sono tornato all’agonismo perché è più forte di me. Come ci disse Zanardi a Rio – ci confida Ravalli – noi siamo nati per la competizione. Non potevo stare senza competizione“.

Al di fuori degli orari lavorativi, essendo dipendente di una nota azienda augustana di servizi ecologici, la concentrazione sugli allenamenti è totale. “Il mio coach Romano mi sta preparando benissimo, con un allenamento specifico per una distanza che è novità assoluta per me – riferisce – Ringrazio gli sponsor che credono in me. Il mio obiettivo a Firenze è il podio. Cercherò di dare il meglio, soprattutto per le persone che mi seguono“.


In alto