Archivio

Prima vittoria dello Sporting, con dedica ad Alessandro

sporting-augusta-rapisardi-seconda-categoriaAUGUSTA – Pronto riscatto dell’Asd Sporting Augusta, che nella seconda giornata della Seconda Categoria, all’esordio casalingo, supera i catanesi della Mario Rapisardi.

Pur in formazione rimaneggiata, con assenze importanti di cui alcune preventivate, come Gattuso, Gambino, Romeo e Miduri, altre apprese nell’immediata vigilia, come Nastasi, e perfino dopo 5 minuti di gioco, per l’infortunio di Mauceri, la formazione neroverde è riuscita a far dimenticare subito la sconfitta ennese.

Mister Mimmo Grasso ha dovuto insomma reimpostare difesa, centrocampo e attacco, schierando una formazione completamente inedita.

All’inizio la squadra subisce il contraccolpo e qualche sbandamento. Nel primo quarto d’ora i catanesi della Rapisardi sfiorano per due volte il gol e solo la bravura del portiere augustano Russo riesce ad evitarlo, volando a deviare due conclusioni destinate sotto la traversa. Per la panchina augustana sono brividi che corrono lungo la schiena.

inserzioni

Poi i neroverdi trovano l’amalgama e assumono compattezza e intraprendenza. Prima sfiorano la rete al minuto 18, con Carrubba che calcia a lato dal limite, senza avversari davanti a contrastarlo. Subito dopo è lo stesso fantasista dello Sporting a sfondare al minuto 23: lancio dalla sinistra di Di Grande per Carrubba, stop perfetto e tiro al volo di collo pieno, con un effetto che inganna il portiere. Un gran gol.

Passano dieci minuti e la Rapisardi potrebbe pareggiare con un rigore assegnato per un ingenuo fallo ai danni di un attaccante ospite che si trovava spalle alla porta, intento a rincorrere un pallone che si dirigeva fuori area ed in posizione decentrata. Dal dischetto calcia il catanese D’Agosta e palla fuori.

Dal possibile pari al raddoppio augustano, al minuto 40. La difesa ospite, pressata dagli attaccanti neroverdi, perde palla goffamente e Mascali ne approfitta per siglare il raddoppio. Nella ripresa la reazione ospite appare più sterile del previsto. Solo in un’occasione Russo viene chiamato in causa, per una deviazione in angolo. Anzi, più volte lo Sporting sfiora il terzo gol con il giovane Alessandra, con Russo e con Mascali.

Lo Sporting vince 2-0, si rimette in corsa subito e dedica il successo al compianto Alessandro Amato, il diciottenne augustano che ha perso la vita nel recente tragico incidente stradale, a cui prima del calcio d’inizio è stato tributato un minuto di silenzio.


scuolaopenday
In alto