pubblicità elettorale
Archivio

Sopralluogo al Muscatello, blocco operatorio ancora chiuso

sopralluogo-muscatello-augusta-marturana-frucianoAUGUSTA – Nel corso della seduta del Consiglio comunale monotematico sull’ospedale “Muscatello” dello scorso 5 ottobre, i dirigenti dell’Asp di Siracusa dichiaravano di essere da tempo operativi per risolvere le problematiche inerenti alle esigenze strutturali e gestionali del nosocomio.

In quell’occasione il consigliere comunale pentastellato Sarah Marturana, presidente della commissione Sanità, interveniva chiedendo lumi sul mancato rispetto delle scadenze previste per la riapertura delle sale operatorie. A tale quesito, in sede consiliare, il direttore generale dell’Asp Salvatore Brugaletta rispondeva che l’equipe medica dei chirurghi e le sale operatorie erano già in funzione.

Per verificare le dichiarazioni del dirigente, l’Amministrazione comunale organizzava, per il giorno seguente, un sopralluogo atto a verificare la reale situazione del blocco operatorio. Dal sopralluogo, guidato dal consigliere Sarah Marturana, è emerso che all’interno delle sale si stavano ancora effettuando lavori e che non erano affatto pronte ad essere nuovamente utilizzate.

Marturana riferisce che in quell’occasione si è rivolta ad Alfio Spina, direttore sanitario del distretto Augusta – Lentini, il quale avrebbe risposto che le sale erano pronte a livello strutturale ma non potevano essere utilizzate perché era ancora in atto un processo di sanificazione al fine di debellare i miceti (funghi, ndr) riscontrati nell’area. Avrebbe aggiunto, inoltre, che era in previsione una riunione con il direttore Brugaletta e che martedì 13 ottobre avrebbero fatto le prove tecniche per poi entrare a pieno regime il giorno successivo.

Così il consigliere Marturana ha ritenuto opportuno effettuare un nuovo sopralluogo questa mattina e il blocco operatorio risulta ancora chiuso. In quest’ultima occasione abbiamo chiesto chiarimenti al dirigente medico Paolo Bordonaro, il quale precisa che, ad oggi, delle due sale operatorie, una ha superato gli esami di sanificazione, mentre all’interno dell’altra c’è ancora un livello di contaminazione microbiologica che supera i livelli consentiti. Per cui, spiega Bordonaro, in questi giorni saranno coinvolti dei tecnici che si occuperanno di individuare la causa della persistente contaminazione, cercando di adottare soluzioni quanto più celeri.

A conclusione del sopralluogo, Sarah Marturana, dicendosi comunque concorde con la nuova pianta organica, rivela: “Avevamo proposto tramite il vicepresidente della commissione Sanità all’Ars Stefano Zito che venissero discussi degli emendamenti a difesa della Pediatria, in sede di commissione regionale prima della stesura del decreto, optando anche per l’Obi pediatrico; emendamenti che in sede di Commissione regionale non sono nemmeno stati discussi”. E aggiunge: “Auspichiamo, inoltre, che si dia avvio al reparto di neurologia e che il reparto di oncologia cominci a prendere forma, soprattutto quello di oncoematologia“.

Reparto di oncoematologia per il quale Domenico Fruciano, presidente del locale Tribunale per i diritti del malato, anch’egli presente durante il sopralluogo, esprime l’auspicio che possa realizzarsi al più presto, considerata la realtà augustana soggetta a inquinamento industriale e all’incidenza di tumori del sangue.

Conclude il consigliere pentastellato Marturana: “Ci mobiliteremo affinché venga al più presto eseguito il trasferimento presso il nuovo padiglione del Pronto soccorso, con Radiologia e laboratorio analisi; l’Amministrazione si propone di seguire le giuste istanze dei cittadini nel rispetto della legge e al contempo di tendere la mano alla Direzione sanitaria attraverso un dialogo maggiore“.

Cecilia Casole


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto