News

Augusta, 8 migranti della Mare Jonio positivi al Covid. In quarantena a Noto, rabbia di Musumeci

AUGUSTA – Sono sbarcati ieri al porto di Augusta i 43 migranti, soccorsi due giorni prima al largo della costa libica, dalla nave “Mare Jonio“, battente bandiera italiana e di proprietà della ong “Mediterranea saving humans”. Tra i naufraghi, trasferiti ieri stesso al centro di accoglienza di Testa dell’Acqua, frazione di Noto, si scopre che 8 sono positivi al Covid-19.

Una notizia che suscita la reazione del governatore Nello Musumeci. “Dei 43 immigrati sbarcati ieri ad Augusta, 8 sono risultati positivi al coronavirus. Si trovano a Noto e non su una nave in rada come aveva chiesto il governo siciliano – afferma il presidente della Regione, esprimendo disappunto – Ma lo Stato dice che la nave costa troppo. E quindi si possono alloggiare a Noto, dove già si trovano. Avete capito bene: a Noto, perla del nostro turismo. Il nostro sistema sanitario ha provveduto a effettuare i tamponi e ha posto in isolamento i positivi, dividendoli dagli altri”.

Ma permangono due grandi domande: perché la quarantena sulla terra ferma? Perché nessuno ci informa sulle condizioni reali dei campi in Libia? Sono domande alle quali Roma ha il dovere di rispondere – conclude il governatore – Verificherò a questo punto se non sia il caso di ordinare la zona rossa attorno alla struttura che ospita gli immigrati“.

(Nella foto di copertina: operazioni propedeutiche allo sbarco al porto di Augusta, pubblicata dalla ong)


archeoclubmegarahyblaea
In alto