News

Augusta, affidato incarico di energy manager per il Paesc

AUGUSTA – È stato affidato nei giorni scorsi l’incarico di energy manager del Comune di Augusta all’ingegnere avolese Salvatore Rametta. L’affidamento dell’incarico è contenuto in una determina del responsabile del settore Lavori pubblici dello scorso 16 agosto, con la quale si è proceduto anche a impegnare la somma di 14.042 euro (comprensivi di oneri previdenziali e Iva) per le prestazioni del professionista. L’avviso pubblico per la manifestazione finalizzata all’acquisizione di tale profilo professionale era stato pubblicato dal Comune lo scorso 10 maggio.

L’individuazione di un energy manager è prevista dal ddg (decreto del direttore generale) del dipartimento regionale dell’Energia n. 908 del 26 ottobre 2018 per gli enti locali siciliani che hanno aderito al “Patto dei sindaci per il miglioramento dell’efficienza energetica e dell’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili”, approvato dal Consiglio comunale di Augusta nel marzo di tre anni fa.

Tra i primi compiti dell’energy manager la redazione e la promozione del Piano di azione per l’energia sostenibile e il clima (Paesc) fino al 2030 relativo al Comune, di aggiornamento rispetto al precedente Piano di azione per l’energia sostenibile (Paes), che invece contiene le azioni da promuovere entro il 2020. Con quest’ultimo il Comune di Augusta si era impegnato a ridurre di almeno il 20 per cento le 400 mila tonnellate di CO2 (anidride carbonica) prodotte nel 2015, oltre a un approccio integrato per aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili (vedi articolo), per accedere ai finanziamenti europei erogati attraverso la Regione.

Con il suddetto ddg regionale, dal titolo “Programma di ripartizione risorse ai Comuni della Sicilia per la redazione del Piano di azione per l’energia sostenibile e il clima (Paesc) al fine di promuovere la sostenibilità energetico-ambientale nei comuni siciliani attraverso il Patto dei sindaci – Piano di azione e coesione (Pac) – Nuove azioni – B.3″, la Regione ha previsto una spesa complessiva di circa 6,5 milioni di euro e, all’inizio dell’anno in corso con il decreto di finanziamento, ha assegnato al Comune di Augusta una prima somma di 22.218 euro.

inserzioni

Gli obiettivi generali della Commissione europea attraverso il Paesc sono noti: far sì che i comuni diminuiscano l’emissione di CO2 del 40 per cento entro il 2030 e possano allinearsi a tutte le normative del settore.

Il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Roberta Suppo, contattata dalla Redazione, ci ha riferito: “Avevamo partecipato al bando indetto dalla Regione siciliana per consentire ai comuni di avere un energy manager interno per il Paesc. Questa figura professionale ci consentirà anche di poter avviare le progettualità che attengono al risparmio energetico, tra le quali l’illuminazione pubblica, edifici di proprietà comunale che possono essere ammodernati“.

(Nella foto di repertorio in copertina: palazzo municipale di Augusta)


scuolaopenday
In alto