News

Augusta, al via manutenzione urgente del viadotto Federico II. Riduzione a una corsia verso l’Isola

AUGUSTA – È avvenuta stamani la consegna formale dei lavori da parte della Regione siciliana, presente l’assessore Marco Falcone (l’arrivo nella foto di copertina, ndr), e dal Comune, con l’amministrazione quasi al completo, alla ditta aggiudicataria “Imprefar srl” di Agrigento per il primo lotto funzionale del progetto di ripristino strutturale del viadotto Federico II, uno dei due ponti di collegamento tra l’Isola e la Borgata. Il primo lotto, per l’importo complessivo di 344 mila euro (Iva compresa), riguarda il progetto di manutenzione urgente delle prime cinque pile ammalorate corrispondenti ai numeri 7-10-11-15-16.

I lavori partiranno tra una decina di giorni, all’avvio dell’estate, e saranno ultimati entro 120 giorni, quindi entro fine ottobre. Come anticipato dal sindaco Giuseppe Di Mare stamani, è prevista per il periodo dei lavori la riduzione a una corsia in direzione Isola, “per motivi di sicurezza, per consentire alla ditta di effettuare i lavori“, mentre resteranno entrambe disponibili al traffico veicolare le corsie in direzione Borgata, “in uscita, per questioni di emergenza“. “È un intervento necessario e – ha chiosato il sindaco – dobbiamo essere tutti prudenti nei mesi dei lavori“.

Per questo primo lotto, le somme necessarie erano state impegnate nel bilancio comunale 2021 con determina di settore del 23 dicembre 2020 con l’attuale amministrazione Di Mare, sul progetto definitivo-esecutivo del Genio civile di Siracusa approvato con delibera dalla precedente giunta Di Pietro il 27 luglio 2020.

Da parte dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Falcone è arrivata inoltre una conferma del finanziamento regionale, già annunciato in occasione del sopralluogo dello scorso novembre, del “successivo intervento definitivo di completamento per circa 5 milioni di euro“. “C’è un progetto, che dobbiamo soltanto perfezionare nelle procedure autorizzatorie – ha dichiarato Falcone – dopodiché il progetto può andare in gara“.

Il progetto di ripristino complessivo di tredici pile del viadotto, redatto sempre dal Genio civile di Siracusa, “sarà finanziato nei prossimi giorni con la riprogrammazione dei fondi Poc, il Piano operativo complementare – ha assicurato Falcone – e, così come da impegno, oggi confermiamo che sarà finanziato e sarà realizzato“. L’esponente del governo Musumeci ha anche delineato un cronoprogramma di massima per questo progetto di ripristino strutturale complessivo: “Penso che già a settembre è plausibile immaginare che sarà in gara, entro fine anno l’aggiudicazione, inizio 2022 potremo pensare di iniziare i lavori“.

La folta delegazione (una parte nella foto all’interno, ndr) ha poi proseguito verso il cantiere in contrada Scardina, avviato lo scorso novembre, per i lavori di completamento delle quattro palazzine di edilizia popolare con 90 alloggi.


In alto