Cronaca

Augusta, botte e minacce alla compagna: 39enne dai domiciliari al carcere

AUGUSTA – Nel pomeriggio di ieri l’altro, agenti del locale commissariato di pubblica sicurezza hanno arrestato e infine tradotto nel carcere di Brucoli M.L., di 39 anni, al quale è stata sospesa la misura cautelativa della detenzione domiciliare che scontava nell’abitazione della compagna.

I poliziotti sono intervenuti, secondo quanto rendono noto, per una lite domestica nel corso della quale l’uomo avrebbe “gravemente minacciato la donna, colpendola ripetutamente alla presenza della figlia di anni 10”.

Nonostante la presenza degli operatori di polizia, l’uomo avrebbe continuato a “proferire gravi minacce nei confronti della convivente” e, pertanto, già per la notte, è stato collocato presso un differente domicilio in regime di detenzione domiciliare.

Dopo gli accertamenti del caso, il commissariato ha denunciato il trentanovenne per l’ipotesi di reato di maltrattamenti in danno della donna. Il Magistrato di sorveglianza ha quindi sospeso il beneficio della detenzione domiciliare, ripristinando il regime carcerario.

inserzioni

(Foto di copertina: generica)


scuolaopenday
In alto