Cronaca

Augusta, decreto “Io resto a casa”, denunciata coppia sorpresa sulla scogliera al Faro S. Croce

AUGUSTA – Primi due denunciati ad Augusta, ieri, per la mancata osservanza del Dpcm noto come “Io resto a casa”, per l’emergenza Coronavirus, entrato in vigore il 10 marzo ed efficace fino al 3 aprile.

Si tratta di una coppia di turisti emiliani, un sessantenne e una quarantenne in vacanza in Sicilia dal 7 marzo. Sono stati sorpresi da poliziotti del locale commissariato di pubblica sicurezza sulla scogliera dell’area balneare del Faro Santa Croce, la più frequentata delle estati augustane (nella foto di repertorio in copertina).

In virtù del Dpcm, vige infatti il divieto di spostamento, con eccezioni, da dichiarare attraverso un’autocertificazione cartacea, che sono esclusivamente: “comprovate esigenze lavorative”, “situazioni di necessità”, “motivi di salute”, “rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”.

Nell’ambito del servizio sull’osservanza delle misure del Dpcm, gli agenti della Polizia di Stato ieri hanno controllato complessivamente 53 persone e ritirato altrettante autocertificazioni.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto