News

Augusta, Giornata mondiale della filosofia, con “Nuova acropoli” alla ricerca dell’identità

AUGUSTA – Nel terzo giovedì del mese di novembre, anche ad Augusta è stata celebrata la Giornata mondiale della filosofia indetta dall’Unesco, promossa dalla sezione cittadina dell’associazione “Nuova acropoli“, con il patrocinio del Comune che ha concesso l’uso del salone di rappresentanza del palazzo di città.

Con il titolo “Io, Noi, il Mondo, alla ricerca della mia identità nel mondo che cambia”, dinanzi al pubblico presente in sala e agli ancor più numerosi spettatori della diretta streaming trasmessa sui canali de La Gazzetta Augustana.it, si è sviluppato un incontro sul tema dell’identità, affrontato in tutte le sue sfaccettature.

All’evento è intervenuto il sindaco Giuseppe Di Mare, che ha colto l’occasione per ringraziare ufficialmente l’associazione per il sostanziale supporto fornito al Comune, attraverso l’azione dei propri volontari di protezione civile, in particolare durante i nubifragi che hanno colpito Augusta tra ottobre e pochi giorni fa. Al tavolo dei relatori anche l’assessore alla Cultura, Giuseppe Carrabino, che ha sottolineato la necessità della riscoperta delle origini e pertanto dell’identità. “La nostra città, infatti – ha detto l’assessore – è oggi nota come la città del polo industriale provenendo però da un passato che la vede legata al mare, attraverso le saline e la pesca e l’agricoltura“.

Padre Shanta Pereira, rettore della chiesa di Sant’Andrea e amministratore della parrocchia di San Sebastiano di Augusta, è intervenuto in collegamento dallo Sri Lanka, ponendo l’attenzione sulla forte contraddizione del mondo di oggi, in cui tutto è noto attraverso i social, che possono fornire risposte in tempo reale, ma in cui il rapporto con la propria identità subisce l’interferenza degli stessi strumenti social che offrono un comodo surrogato dell’identità, quella virtuale.

A chiudere l’incontro, l’intervento della maestra Adriana Pricone, presidente di “Nuova acropoli” Augusta, che ha fatto consegnare al pubblico in sala un foglio in cui erano racchiuse quattro domande “fondamentali” per l’individuo: “Chi sono? Da dove vengo? Verso dove vado? Con chi vado, con chi sono?“. Ha fornito alcune indicazioni in risposta, di orientamento, affermando che offrire la parte migliore di sé stessi al mondo sia essenzialmente un dovere. Da qui l’impegno volontario di un’associazione poliedrica, come ha sottolineato Pricone, che si occupa di promozione della filosofia, cioè di cultura, ma anche di protezione civile, cioè di azione solidale.

L’iniziativa si è conclusa con l’invito, da parte di “Nuova acropoli”, attraverso la socia moderatrice Cristina Tringali, a partecipare alla presentazione del corso di filosofia attiva, che si terrà sabato 20 novembre alle ore 17 nella sede associativa in viale Italia 262.


In alto