News

Augusta, il comandante compagnia carabinieri Santuccio premiato con il “Covid warrior award”

AUGUSTA – Consegnato ad Augusta un premio speciale, concepito per quest’anno di restrizioni in sostituzione dell’iniziativa “Visvamitra awards of excellence” che con un evento da tenersi annualmente a Siracusa mira a “identificare e premiare individui e aziende che hanno raggiungo il successo, condividendolo con gli altri“.

L’edizione 2019 degli “awards”, organizzata dall’associazione “Yoga Vidya onlus“, che ha sede nel capoluogo aretuseo, in collaborazione con il Comune di Siracusa, aveva avuto un ottimo riscontro mediatico ma l’emergenza Covid-19 e le norme attualmente previste dai Dpcm non hanno consentito lo svolgimento dell’evento previsto per il 2020, costringendo l’organizzazione a posticipare l’edizione al prossimo anno.

Così la onlus promotrice ha voluto istituire il premio speciale “Covid warrior awards”, riservandolo – si legge – a “coloro che, in silenzio e lontano dai riflettori, si sono particolarmente prodigati per proteggere il prossimo curando il mantenimento dei servizi essenziali ed evitando il peggio“. Per la categoria “Forze dell’ordine”, il riconoscimento è stato assegnato al maggiore Stefano Santuccio, comandante della compagnia carabinieri di Augusta, in particolare per “l’ottima gestione delle emergenze Covid operata nell’ambito del suo territorio“.

Il maggiore Santuccio, siracusano, di 47 anni, ha alle sue spalle una lunga esperienza tra le fila dell’Arma dei carabinieri, avendo prestato servizio in diverse sedi del sud Italia, conoscendo così le esigenze della gente e dei vari territori. Tornato nella sua provincia di origine da circa un anno e mezzo, prendendo il comando della compagnia carabinieri di Augusta ha subito dovuto affrontare l’emergenza sanitaria tuttora in corso, distinguendosi per determinazione e capacità organizzativa.

Ieri, nel suo ufficio presso la nuova caserma dei carabinieri alla Borgata, nel rispetto delle misure di contenimento sanitario, il maggiore Santuccio ha ricevuto dalle mani dell’avvocato Stefano Pipitone, rappresentante e coordinatore della onlus, la targa a lui assegnata (vedi foto di copertina).


In alto