Cultura

Augusta, intrigante viaggio tra i vangeli “ripudiati” al Circolo Unione

AUGUSTA – Una conversazione dal titolo “I Vangeli ripudiati” ha incuriosito i soci e gli ospiti del Circolo Unione di Augusta, lo scorso mercoledì. Dopo l’introduzione della presidente del sodalizio, Gaetanella Bruno, è stato il socio Cesare Failla (nella foto di copertina), appassionato di letteratura religiosa, a illustrare l’intrigante tema alla platea, con tanto di diapositive.

Sono stati trattati rilevanti aspetti di quella letteratura religiosa che, pur non essendo riconosciuta “ispirata”, ha tuttavia influito grandemente nella devozione popolare e nella liturgia stessa della Chiesa.

Mediante puntuali richiami, Failla ha messo in evidenza come alcuni personaggi, benché elevati dalla Chiesa agli onori degli altari, siano conosciuti dalla comunità dei credenti non perché citati nei vangeli canonici ma solo dai vangeli apocrifi: la Veronica, Longino ed altri. Non sono mancati i riferimenti al più noto tra i vangeli apocrifi: il vangelo copto di Tommaso, scritto in ambienti gnostici tra il 90 e il 120 d.C.

A conclusione della serata, Failla, su esplicita richiesta, ha mostrato ai presenti il “Cenacolo” di Leonardo da Vinci, commentandone gli aspetti più contestati in base ai quali lo scrittore Dan Brown ha costruito il suo libro di maggior successo, “Il Codice da Vinci”.

inserzioni

La notevole presenza di pubblico, che ha ascoltato con un livello di attenzione sempre elevato, è stata la dimostrazione dell’interesse che gli apocrifi continuano ancora a suscitare, benché siano trascorsi secoli dalla loro stesura.


archeoclubmegarahyblaea
In alto