News

Augusta, l’associazione 20 novembre 1989 al neo sindaco: “Subito il Piano eliminazione barriere architettoniche”

AUGUSTA – “Adesso servono i fatti, noi siamo qui presenti, come lo siamo sempre stati anche con la vecchia amministrazione, pronti a collaborare e non facendo sconti a nessuno qualora venissero meno i sacrosanti diritti dei più deboli. C’è tanto da fare nella nostra città, per le fasce più deboli, per i nostri nonni, per le giovani generazioni e per tutto il tessuto sociale della nostra beneamata Augusta. Buon lavoro Sindaco“. Questo l’auspicio e l’augurio dell’associazione “20 novembre 1989”, espressi dal vicepresidente nazionale Sebastiano Amenta (nella foto di repertorio in copertina), da anni impegnato su scala regionale nella tutela dei diritti delle famiglie con persone diversamente abili.

L’associazione, durante la campagna elettorale, ha interloquito sia con il sindaco eletto Di Mare nella fase pre elezioni, e con altri due candidati a sindaco, Pippo Gulino e Massimo Carrubba, che ringrazio per la sensibilità e attenzione che hanno mostrato per le tematiche discusse – premette Amenta – Ai tre candidati compreso il sindaco eletto, ho spiegato ed evidenziato quali sono le criticità che affliggono il mondo della disabilità ad Augusta. Per intervenire con politiche incisive urgentemente, nell’occasione degli incontri, ho lasciato un programma sulla disabilità, che il nuovo sindaco ha sposato e inserito nel proprio programma elettorale“.

L’associazione ha posto alcune priorità programmatiche all’amministrazione che sarà ufficializzata domattina: “I punti cruciali da iniziare sin da subito, ed il sindaco Di Mare si è impegnato a tale proposito, sono: il Peba, Piano di eliminazione barriere architettoniche, introdotto nel 1986, con l’articolo 32, comma 21, della legge n. 41, e integrati con l’articolo 24, comma 9, della legge 104/92; avviare la consulta della disabilità e nominare il garante stesso, voluti fortemente dal sottoscritto e approvati dall’amministrazione uscente in consiglio comunale prima del lockdown, ma attualmente non sono operativi, vista l’emergenza Covid; potenziare il trasporto per le persone disabili a 360 gradi, così come l’avvio di un diurnato, come prevede la legge, a carico degli enti locali (vedi il Comune di Priolo); corsi mirati per inclusione professionale per le persone portatrici di handicap“.

Amenta fa infine sapere di essersi rivolto anche all’altro comune siracusano in cui c’è stato un avvicendamento del sindaco, tant’è che ha “richiesto un incontro urgente con il nuovo sindaco di Floridia, Marco Carianni, visto che lo scorso anno il servizio specialistico Asacom non è stato avviato, per chiedere l’avvio urgente e veloce del servizio spettante agli alunni portatori di handicap, come da legge 104 articolo 13“.


archeoclubmegarahyblaea
In alto