Cronaca

Augusta, lavori a Punta Castelluzzo, la Capitaneria di porto sequestra e denuncia

AUGUSTA – La vicenda di Punta Castelluzzo (anche detta Punta Castelluccio), di cui ci siamo occupati appena due giorni fa, ha trovato rapida evoluzione con l’intervento di ieri della Capitaneria di porto di Augusta.

Su quel promontorio nel territorio del comune di Augusta, tra le località Baia Arcile e Costa Saracena, la Capitaneria di porto – Guardia costiera ha sottoposto a sequestro penale una vasta area, di circa 8.200 metri quadri, interessata da “lavori di movimentazione di terra effettuati in difformità rispetto a quanto autorizzato dalla Soprintendenza ai Beni culturali di Siracusa ed alle prescrizioni impartite dall’Amministrazione comunale di Augusta“, come si legge nel comunicato dell’autorità marittima. Inoltre viene reso noto che sono stati denunciati all’autorità giudiziaria i “responsabili” dei lavori.

Come avevamo anticipato nel precedente articolo, l’area non è demaniale, comunque la Capitaneria di porto ha voluto accertare se vi fossero violazioni alla normativa che tutela il paesaggio in genere. Vi era un’attività autorizzata di bonifica rifiuti, ma è stata contestata dai militari una ulteriore vasta opera di sbancamento e spianamento.

Ieri sulla propria pagina social il sindaco di Augusta, Cettina Di Pietro pubblicava una nota sottoscritta anche dagli assessori Giusy Sirena (Cultura) e Andrea Sansone (Urbanistica), nella quale faceva sapere, tra l’altro, che “la Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali di Siracusa ha già stabilito la sorveglianza dei lavori da parte di personale specializzato” e che “l’Amministrazione ha disposto presso gli Uffici comunali ulteriori e approfonditi controlli. Rimane quindi alta l’attenzione su questa vicenda ed eventuali altri sviluppi saranno comunicati alla cittadinanza“.


scuolaopenday
In alto