News

Augusta, le voci dei giovani e panchine rosse nelle scuole per dire “no” alla violenza sulle donne

AUGUSTA – Un programma di iniziative dedicate alla sensibilizzazione sociale per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne, a cavallo della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, che si celebra il 25 novembre. Si tratta di una conferenza, tenuta domenica pomeriggio, e dell’inaugurazione di quattro panchine rosse nei pressi delle scuole, nell’ambito della serie di appuntamenti promossi dal centro antiviolenza e associazione “Nesea” di Augusta, in collaborazione con i club service giovanili Rotaract e Interact (che fanno riferimento al Rotary), il club service femminile Inner Wheel, il Lions club host e il comitato della Croce rossa italiana di Siracusa, oltre agli stessi istituti scolastici coinvolti.

Per dare avvio al programma, si è svolta domenica pomeriggio al Palazzo Zuppello, la conferenza dal titolo “Le conquiste delle donne ieri, oggi e… domani?” (nella foto di copertina). Con questo incontro, moderato dalla rotaractiana Rossella Messina, l’associazione “Nesea” ha scelto quest’anno di dare voce alle donne attraverso le parole dei più giovani. La conferenza è stata aperta dalla poetessa augustana Elisabetta Ternullo, che l’associazione ha scelto come madrina dell’evento.

La parola è poi passata alla presidente di “Nesea”, Stefania Caponigro, che ha ricordato come “ogni anno il 25 novembre diventa un momento in cui ricordare le vittime di femminicidio e accendere i riflettori sul fenomeno della violenza di genere, che, come riportano i dati statistici, è una vera e propria piaga sociale“. “Ma per noi – ha aggiunto – è anche l’occasione per promuovere e raccontare della forza delle donne, ripercorrere le tappe più significative del percorso di emancipazione femminile e puntare il faro sulla necessità della prevenzione culturale“. Sono seguiti gli interventi di Paola Baio e Vanessa Strazzulla, presidenti rispettivamente del Rotaract club e dell’Interact club di Augusta.

I giovani appartenenti ai club service, insieme agli studenti dei vari istituti scolastici partecipanti, segnatamente i comprensivi “Orso Mario Corbino”, “Principe di Napoli” e i superiori “Arangio Ruiz”, “Megara”, hanno saputo dare dei contributi preziosi, esponendo alla platea le storie di alcune donne simbolo di forza e coraggio al femminile: da Oriana Fallaci a Franca Viola a Malala Yousafzai, da Miriam Makeba ad Alda Merini.

inserzioni

È stato quindi il turno della vicepresidente di “Nesea”, Stefania D’Agostino, che ha analizzato le conquiste della donna nella famiglia, nel lavoro e soprattutto nella lotta alla violenza di genere. Ha quindi parlato dell’emancipazione femminile e dell’ “importante lavoro che c’è ancora da fare per smantellare la condizione di assoggettamento della donna ad una società bigotta e fallocratica“. “Al di là delle leggi – ha aggiunto, da avvocatessa – i riflettori devono essere puntati sulla sfera privata della donna, quella più intima e e quotidiana, perché è lì che la donna deve sentirsi libera“. La serata si è poi conclusa con una lettura della giovanissima interactiana Sofia Romano, che ha analizzato il celebre personaggio d’animazione Lisa Simpson.

Il programma di iniziative è proseguito con l’inaugurazione delle quattro panchine rosse. Ieri mattina, proprio nella “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, con l’inaugurazione di una panchina rossa al “Corbino“, donata dal comitato della Croce rossa italiana di Siracusa, di cui è referente locale Biagio Tribulato, Inner Wheel club presieduto da Alessandra Traversa e un’impresa locale, dinanzi al pubblico dei piccolissimi alunni. Nell’occasione, la dirigente scolastica Maria Giovanna Sergi ha sottolineato l’importanza della panchina rossa come “simbolo di assenza e di rispetto, atteso che la scuola si deve fare promotrice di messaggi importanti quali la non violenza di genere“. Seconda parte della mattinata al “Ruiz“, dove è stata inaugurata la panchina rossa donata dal Lions club host, presieduto da Vincenzo Di Domenico, con la dirigente scolastica Maria Concetta Castorina a sottolineare “l’importanza dell’educazione all’amore e la lotta contro l’odio, perché è da questo che scaturisce la violenza“.

A completare il programma, domattina, mercoledì 27 novembre, saranno inaugurate due panchine, recuperate e dipinte di rosso, nella cittadella degli studi, con le scuole che vi insistono, il Liceo “Megara“, guidato dal dirigente Renato Santoro, e il comprensivo “Principe di Napoli“, della dirigente Agata Sortino.

Un’ulteriore iniziativa, promossa dal comitato della Croce rossa italiana di Siracusa in sinergia con “Nesea”, si effettuerà l’8 marzo, per la Giornata internazionale dei diritti della donna, in occasione della quale verranno donate altre due panchine rosse agli istituti comprensivi “Domenico Costa” e “Salvatore Todaro“.


scuolaopenday
In alto