News

Augusta, pastorale di monsignor Garsia in dono al simulacro di San Giuseppe

AUGUSTA – I festeggiamenti del patrocinio di San Giuseppe, curati dall’omonima confraternita e che si terranno dal 10 al 19 maggio, si arricchiscono quest’anno di un evento di rilievo.

Su iniziativa della Società augustana di storia patria, nell’ambito dei progetti di recupero e valorizzazione del patrimonio storico-artistico, avrà luogo sabato 11 maggio la cerimonia di donazione al simulacro di San Giuseppe del pregevole pastorale in legno del monsignor Alfredo Maria Garsia (1928-2004), augustano, che fu arciprete di Augusta e VII vescovo di Caltanissetta.

Un’iniziativa che è stata resa possibile dalle sorelle Gabriella e Maria Grazia, eredi di monsignor Garsia, per la preziosa collaborazione dei coniugi Nuccio Saraceno e Titti Garsia.

Monsignor Garsia, quale parroco della chiesa Madre – fa sapere Giuseppe Carrabino, presidente della Società augustana di storia patria – ha promosso durante il suo breve apostolato il recupero di numerosi “segni” della tradizione e dell’identità civica e religiosa della città con particolare riguardo al patrimonio materiale e immateriale. Come ricorda Concetto Lombardo, governatore della confraternita di San Giuseppe, monsignor Garsia era legato da vincoli di affetto e devozione alla chiesa di San Giuseppe e immediatamente dopo la sua consacrazione episcopale volle presiedere la solenne celebrazione Eucaristica all’altare del Santo nel giorno della sua festa liturgica“.

Il pregevole pastorale in legno, d’ora innanzi, sarà posto a corredo del simulacro di San Giuseppe e quest’anno, eccezionalmente, sostituirà, per la processione della terza domenica di Pasqua, il baculo in argento donato nel diciottesimo secolo da fra Maria Gargallo, già ricevitore della Ricetta di Malta di Augusta.


getfluence.com
In alto