Elezioni amministrative 2020

Augusta, post elezioni, i “promemoria” di Unionports e Cgil per il sindaco eletto Di Mare

AUGUSTA – Da una delle associazioni che riuniscono operatori portuali, Unionports, e da uno dei sindacati dei lavoratori presenti sul territorio, la Cgil, sono arrivati i primi “promemoria” a mezzo comunicato al sindaco eletto Giuseppe Di Mare, che verrà proclamato ufficialmente giovedì.

Nell’augurare al neo sindaco Giuseppe Di Mare buon lavoro nell’interesse di Augusta, dei sui cittadini e della sua economia, a nome della categoria degli imprenditori del porto di Augusta riuniti in Unioports – ha scritto, lunedì a scrutinio appena concluso, il presidente Davide Fazio mi permetto di ricordare e ribadire al nuovo primo cittadino il documento che in campagna elettorale abbiamo presentato a lui e ai sui competitors   con le richieste della categoria per una maggiore attenzione del passato per il mondo dell’impresa portuale e per il settore economico più strategico della nostra città“.

Il cluster di imprenditori portuali potrà contare sulla nomina del proprio segretario, Tania Patania, nella giunta Di Mare. “Fra gli impegni richiesti al sindaco ricordiamo la nomina di una assessore alla Portualità – ha sottolineato Fazio – Mentre chiediamo fin da ora, non appena sarà insediata la nuova amministrazione comunale, un incontro per affrontate le tematiche di settore e ipotizzare un percorso di collaborazione per la soluzione di problemi che da anni attendono di essere affrontati“.

Quest’oggi interviene il segretario della Camera del lavoro – Cgil di Augusta, Lorena Crisci e premette: “Si è conclusa la corsa elettorale per il rinnovo della carica a primo cittadino con l’elezione del nuovo sindaco Giuseppe Di Mare al quale vanno i nostri migliori auguri come Cgil Camera del Lavoro di Augusta e miei personali“.

Di certo oltre all’affrontare di petto e risolvere una volta per tutte le problematiche che abbiamo imparato a considerare croniche, e per dirne alcune ci riferiamo alla tematica Ospedale Muscatello – ricorda Crisci – ed alla tematica depurazione delle acque reflue, questa amministrazione, ed il sindaco Di Mare, dovrà dimostrare di essere in grado di sintetizzare e concretizzare le necessità della collettività. “Al centro l’uomo” è stato detto dal nuovo Sindaco in molte occasioni durante la campagna elettorale. Un concetto, questo, che come è noto ci appartiene, appartiene alla Cgil e a questa Camera del lavoro che tutti i giorni si spende per la tutela dei più deboli“.

Vogliamo sperare, quindi, che questo si traduca in una azione governativa – conclude il segretario della locale Camera del lavoro – rivolta al miglioramento delle condizioni delle fasce più deboli come i giovani disoccupati, al miglioramento dell’assistenza agli anziani, all’arginare la povertà crescente, al favorire la creazioni di nuove opportunità di lavoro ed alla tutela di tutti i lavoratori sia pubblici che privati nonché dei lavoratori autonomi che la pandemia ha messo in serie difficoltà“.

(Nella foto di repertorio in copertina: ingresso del palazzo municipale su via Principe Umberto)


In alto