News

Augusta, pronto soccorso del “Muscatello” tra accessi e performance. Svolto 2° incontro tematico con i medici

AUGUSTA – Focus sul Pronto soccorso dell’Ospedale di Augusta nel secondo incontro pubblico con i medici del “Muscatello”, organizzato dall’associazione filantropica liberale “Umberto I”, presieduta da Mimmo Di Franco, nella propria sede.

Per la lodevole iniziativa svolta lo scorso venerdì, hanno relazionato il dott. Danilo Umana, responsabile dell’Unità operativa Medicina e Chirurgia d’accettazione e d’urgenza, la dott.ssa Francesca Sanna, dirigente medico dell’Unità operativa Medicina e Chirurgia d’accettazione e d’urgenza, la dott.ssa Roberta Puntillo, dirigente medico dell’Unità operativa Anestesia e Rianimazione. Moderatore dell’incontro il dott. Giuseppe Vaccaro, responsabile dell’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale.

Presente all’incontro il senatore Pino Pisani, membro della dodicesima commissione permanente Igiene e Sanità al Senato, che è intervenuto evidenziando l’importanza di comunicare quel che viene fatto e sostenendo come l’Ospedale di Augusta, che ha avuto in passato e che ha tutt’oggi delle ottime professionalità, abbia un livello assolutamente dignitoso di assistenza e di qualità dell’assistenza. Ha, tra l’altro, illustrato i provvedimenti in itinere a livello nazionale finalizzati a prevenire il sovraffollamento e gli atti di violenza nei pronto soccorso e nelle guardie mediche.

Venendo alle relazioni oggetto dell’incontro, il dott. Umana ha descritto le cause di sovraffollamento del Pronto soccorso e le ripercussioni negative che gli effetti di tale sovraffollamento possono avere sugli utenti e sugli stessi operatori sanitari. Ha evidenziato che, in merito, l’assessorato regionale della Salute è intervenuto con l’approvazione di un decreto contenente specifiche linee guida, a seguito delle quali l’Azienda sanitaria provinciale di Siracusa ha, recentemente, predisposto e attuato il “Piano aziendale per la gestione del sovraffollamento”, come preannunciato lo scorso febbraio. Ha comunicato che il numero di accessi al pronto soccorso dell’Ospedale di Augusta è stato dal 2012 al 2018 in continuo progressivo aumento e che l’incremento registrato in tale periodo è stato di circa il 50 per cento. Nonostante l’aumento degli accessi e l’invarianza di personale assegnato, ha sostenuto, le performance del Pronto soccorso del “Muscatello”, comparate alla media degli altri Pronto soccorsi, risulterebbero ottimali.

La dott.ssa Sanna ha parlato della gestione del paziente con dolore toracico, descrivendo le diverse cause che possono determinare la comparsa di tale sintomo e il conseguente iter diagnostico-terapeutico, evidenziando che, talvolta, per formulare una corretta diagnosi può rendersi necessario eseguire ripetuti accertamenti che comportano la permanenza in Pronto soccorso del paziente per 6-12 ore.

Del ruolo dell’anestesista rianimatore nel trattamento dei pazienti in condizioni critiche si è occupata la dott.ssa Puntillo, che ha analizzato le diverse condizioni di emergenza in cui viene richiesto l’intervento del rianimatore in pronto soccorso e sottolineato come la tempestività dell’intervento può condizionare la prognosi del paziente.

(Nella foto in evidenza, da sx: Vaccaro, Pisani, Di Franco, Sanna, Puntillo, Umana)


getfluence.com
In alto