Politica

Augusta, si dimette il consigliere comunale Alessandro Tripoli

AUGUSTA – Si dimette il consigliere comunale d’opposizione Alessandro Tripoli (nella foto di repertorio in copertina), per anni esponente in città del Partito democratico e in aula nel gruppo misto. “Per motivazioni di natura esclusivamente politiche“, precisa in una lettera aperta affidata oggi ai social. Motivazioni da cui prende spunto per annunciare che non prenderà parte da candidato alle elezioni comunali del 24 maggio.

Era stato rieletto consigliere alle amministrative del 2015 nella lista civica “Nessun dorma”, a sostegno della candidatura a sindaco del compianto Marcello Guagliardo-Giordani, ottenendo 251 preferenze. Primo dei non eletti di quella lista risulta Gianna D’Onofrio, con 198 preferenze, che alla prossima seduta consiliare utile dovrebbe surrogare Tripoli.

A determinare ed accelerare la mia decisione – spiega il consigliere dimissionario – ha contribuito l’ultimo consiglio comunale: l’attuale modo di intendere la politica e le frizioni avute in questi anni con alcuni consiglieri, divenute incompatibili con i miei modi di fare, ne hanno reso impossibile la convivenza. L’incarico che ho ricoperto e svolto sin dall’inizio con tanto entusiasmo, assiduità e con infinito interesse, è divenuto giorno dopo giorno sempre più pesante – aggiunge – fino a lasciare spazio ad un sentimento di rigetto verso questa politica ed alcuni suoi interpreti locali che con giustizialismo, isterismo, presunzione ed ipocrisia hanno creato forti contrasti, sfociati spesso in una aggressività verbale che mi ha lasciato sgomento“.

Avendo dedicato una parte del mio tempo all’incarico di consigliere con passione e dedizione, con gli ultimi avvenimenti che ho esposto, con l’attuale clima politico e con le nuove elezioni ormai alle porte – qui l’altro annuncio di Tripoli – posso sinceramente e consapevolmente ammettere di non esser propenso ad altre esperienze di questo tipo ed il secondo passo è quello di non candidarmi alle prossime elezioni amministrative“.

inserzioni

Nella lettera aperta di Tripoli, anche un “ringraziamento” ai colleghi consiglieri d’opposizione e ai dipendenti comunali, un “saluto” alla maggioranza e all’amministrazione (“sebbene con questa io non abbia instaurato un particolare feeling“) e il ricordo della compianta consigliera “compagna di banco” Irene Sauro.


scuolaopenday
In alto