Politica

Augusta, verso le amministrative, i Gilet arancioni si presentano

AUGUSTA – Cercheranno di presentare una lista con un candidato sindaco e, in ogni caso, proporranno un’alleanza ai soggetti non partitici. In estrema sintesi, questa la strategia in vista della tornata elettorale amministrativa del prossimo 4 ottobre per il Movimento Gilet Arancioni, approdato stamani in città. Il movimento è guidato a livello nazionale dal palermitano Antonio Pappalardo, generale di brigata dei carabinieri in pensione e già parlamentare socialdemocratico (Psdi) nonché sottosegretario alla Finanze nel governo Ciampi.

Questa mattina, alla conferenza stampa tenuta nella sala teatrale del “Piccolo”, nel centro storico, al tavolo dei relatori si sono presentati il segretario regionale Pierluigi Colletti, avvocato lentinese, la segretaria cittadina Patrizia Morello e Marco Bertoni, segretario provinciale.

Proprio Bertoni, consigliere comunale negli anni novanta, potrebbe essere il candidato sindaco dei Gilet arancioni se le interlocuzioni con le coalizioni già in campo, limitatamente a quelle non partitiche, dovessero avere esito negativo. Particolarmente critico nei confronti del M5s, Colletti ha affermato che “le buone intenzioni non bastano” e che “occorre preparazione e, anche se non voglio demonizzare nessuno, c’è differenza fra un generale dei carabinieri e un ex bibitaro che ora fa il ministro degli Esteri“.

Un anno fa, traendo spunto dal movimento francese dei Gilet gialli, l’ex generale Pappalardo indossando una sgargiante giacca arancione ha lanciato i Gilet arancioni (candidandosi alla presidenza della Regione Umbria), sostenendo nelle piazze la protesta contro chi, a suo dire, avrebbe privato gli Italiani della sovranità politica e monetaria e contro le sperequazioni sociali. Una critica mossa a sostanzialmente tutte le forze politiche parlamentari, come hanno ribadito stamani gli esponenti e promotori della corsa “anti-sistema“, questa la definizione usata da Colletti, verso il palazzo municipale di Augusta.

inserzioni

Giorgio Càsole


scuolaopenday
In alto