Cronaca

Coronavirus, muore ottantenne sortinese cardiopatico risultato positivo. Era ricoverato ad Augusta con “sospetta ischemia cerebrale”

AUGUSTA – Il primo morto in Sicilia risultato positivo al Coronavirus è un anziano cardiopatico ottantenne di Sortino, deceduto all’ospedale “Gravina” di Caltagirone (indicato dall’Asp di Catania come centro regionale Covid-19) dopo il trasferimento dall’ospedale “Muscatello” di Augusta in cui si trovava ricoverato per una sospetta ischemia cerebrale.

Un altro tampone dell’uomo è stato inviato allo “Spallanzani” per la validazione e si attende l’esito nelle prossime ore. Tutti i familiari e le persone che sono state a contatto con l’ottantenne sono in quarantena e sono stati sottoposti al tampone rinofaringeo. Mentre i locali ospedalieri interessati sono stati sanificati.

La notizia, che era stato diffusa nel pomeriggio dal sindaco di Sortino, Vincenzo Parlato, è stata confermata dall’assessorato regionale per la Salute che in una nota, dopo aver ricevuto le relazioni delle Aziende sanitarie provinciali di Siracusa e Catania, precisa che “l’uomo è deceduto per arresto cardiorespiratorio“.

Si tratta di un soggetto – precisa ancora l’assessorato nella nota riportata dall’Ansa che era affetto da patologie cardiovascolari e neurologiche, con una endoprotesi per pregresso aneurisma aortico-addominale. Lo stesso era stato ricoverato presso il nosocomio di Augusta, con sospetta ischemia cerebrale. Oggi era stata accertata la positività al Covid-19 in un soggetto con patologie multiple“.

(Nella foto di repertorio in copertina: ospedale “Gravina” di Caltagirone)


In alto