Hobby & Hi-Tech

iPhone e il temuto avviso “Error 53”

Stando a quanto ha riportato il quotidiano britannico “The Guardian” alcuni giorni fa, diversi possessori di Apple iPhone 6 hanno visualizzato sul proprio dispositivo il misterioso messaggio “Error 53”, che lo rende di fatto inutilizzabile.

Il primo sospetto ricadeva sull’avvenuta sostituzione del tasto “Home”, che è anche “Touch ID”, nei modelli 5S, 6 e 6S, ad opera di rivenditori o tecnici non autorizzati e sul contemporaneo aggiornamento ad iOS 9. Tale sospetto trovava conferma in una comunicazione di un portavoce Apple, che avrebbe commentato il problema liquidandolo come una funzione di sicurezza contro l’utilizzo di componenti di terze parti, che possono compromettere l’integrità di iPhone e dei dati degli utenti. Infatti il “Touch ID”, che è appunto un lettore di impronte, viene utilizzato sia per la protezione dei dati sensibili che nei recenti sistemi di pagamento Apple Pay.

I possessori italiani di iPhone, consapevoli che la rottura del tasto “Home” non è ipotesi remota e neanche il ricorso ai tecnici non autorizzati ma più economici rispetto all’assistenza ufficiale, si sono scatenati nei forum alla ricerca di una soluzione.

Una prima risposta concreta arriva da un tecnico del sito web HoRottoLiPhone.it, della quale riportiamo i passaggi più significativi:

(…) Ci tenevo appunto a specificare che chiunque può guastare il Touch ID, un tecnico Apple tanto quanto un tecnico non certificato. Se fate attenzione infatti vi accorgerete che in caso di sostituzione del display in Apple, vi viene fatto rimuovere l’ID iCloud, proprio perché, se si dovesse accidentalmente rompere il Touch ID, vi sostituirebbero direttamente il telefono. (…).

Il telefono con Touch ID rotto (dall’iPhone 6 in su) può funzionare tranquillamente fin quando il telefono non viene aggiornato. Il Touch ID è un pezzo separato dal display ed è associato solo e soltanto ad una scheda madre (per ragioni di sicurezza di privacy dei dati dell’utente).

Il Touch ID non è riparabile ma è sostituibile il tasto, ovvero se si dovesse rompere si potrebbe sostituire tutto il pezzo ma il lettore di impronte smetterebbe di funzionare, ma continuerebbe comunque a svolgere la sua funzione di solo tasto, ovviamente se non si aggiorna/ripristina il dispositivo.

Il tasto Home funziona sia come tasto che come lettore di impronte. Quindi non è assolutamente vero che se il telefono viene aperto da un tecnico non Apple il telefono si rompe, basta semplicemente affidarsi a centri capaci e competenti e questa spesso è la cosa più complicata. Spesso l’errore 53 si risolve sostituendo il Flat di connessione tra Touch ID e Logicboard.

Il problema dell’errore 53 si presentava anche su iOS 8 nello stesso medesimo modo, quindi il problema non è legato al sistema operativo ma al dispositivo stesso. La vera fregatura è che spesso il Touch ID si guasta anche da solo e, se questo dovesse succedere al di fuori dei 2 anni di garanzia, l’utente si troverebbe obbligato a pagare il costo di una riparazione assai cara. Ad oggi si parla di più di 300 euro.

Questo è il vero dramma… Quindi il consiglio mio è quello di cambiare ogni anno il dispositivo“.


In alto