News

L’attore augustano Stefano Gianino nuovo protagonista dello spettacolo “Colapesce” al Forte di Capo Passero

AUGUSTA – L’attore augustano Stefano Gianino sarà il protagonista, nei prossimi cinque weekend estivi nella Fortezza di Capo Passero (Portopalo di C.P.), dello spettacolo di teatro musicale dal titolo “Colapesce, la leggenda sull’isola“, giunto alla quarta edizione.

Quest’anno toccherà a Gianino interpretare il ruolo del “forestiere”, sostituendo dopo tre edizioni il collega attore Michele Perrotta, e sarà affiancato da sessanta tra performer, musicisti, cantanti. Una nuova esperienza attoriale, questa volta a contatto diretto con il pubblico, dopo la svolta professionale arrivata con la seconda stagione della serie “The White Lotus diretta da Mike White e targata HBO, storica emittente statunitense dell’intrattenimento, andata in onda lo scorso anno su Sky Atlantic. Tra gli ultimi lavori a cui ha preso parte l’attore augustano, la terza stagione di “Màkari“, fortunata serie televisiva italiana di Michele Soavi, e la prima stagione di “Sabbia nera“, tratta dall’omonimo romanzo della scrittrice siciliana Cristina Cassar Scalia, con la regia Davide Marengo, che andrà in onda su Canale 5.

Ho assistito, da spettatore, alla prima edizione di Colapesce – riferisce Stefano Gianino – e mi ha colpito tantissimo: un vibrante viaggio emotivo. Sono felicissimo di potere interpretare il ruolo da protagonista“.

Lo spettacolo sull’isola di Capo Passero, scritto e diretto dalla regista Gisella Calì e prodotto dall’associazione “FiatLux 2.0”, è raccontata attraverso i tre linguaggi della danza, del canto e della recitazione, tramite un percorso guidato e animato da cantanti, danzatori, attori, musicisti. Lo spettatore sale a bordo di una barchetta dal molo di Portopalo, per raggiungere l’isola dove viene catapultato in un villaggio siciliano di pescatori di fine ‘800, in cui si racconta la storia di Nino, il “figlio del mare”. Usi, costumi, canti, “cialome” (antichi canti delle tonnare), opera dei pupi, antichi riti e preghiere di un tempo: un affascinante patrimonio culturale, tramandato oralmente, quasi scomparso e recuperato, per incantare gli spettatori.

L’ anno scorso – racconta la regista Gisella Calì avevo salutato l’isola e liberato gli attori per questa stagione estiva. Poi è successa una cosa bellissima: ci hanno contattato gli operatori turistici del luogo, ristoratori, albergatori, gestori di bar, negozi. E poi gli amministratori locali, la Regione siciliana. E ancora, i nostri preziosi sponsor, che sin dal primo anno, hanno creduto in noi. Ci hanno chiesto di non andare via. Di restare ancora per un altro anno. Il quarto. Posso solo essere onorata e grata“.

“Colapesce, la leggenda sull’isola”, dopo 108 repliche e 8mila spettatori ha ottenuto quest’anno un importante riconoscimento istituzionale, essendo stato inserito dall’Assessorato della Regione siciliana all’Agricoltura, allo Sviluppo rurale e alla Pesca mediterranea tra gli “eventi più importanti di promozione del territorio, finalizzati a sensibilizzare e informare sulla tutela della pesca e dell’acquacoltura, incuriosire il pubblico attraverso eventi e iniziative di grande impatto scenico e mediatico, e sfruttare i linguaggi moderni e la comunicazione visiva“.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto