Archivio

Seconda tappa Trofeo Augusta, un augustano in lizza per la vittoria finale

Le due promesse del nuoto di fondo augustano con la responsabile dell'Asd Athon Augusta Antonella Aprile

trofeo-fondo-seconda-tappa-maschileAUGUSTA – Si è conclusa questa mattina anche la seconda tappa, quella da 5 km, del partecipato terzo Trofeo nazionale Augusta, in corso di svolgimento presso il Lido Ufficiali della Marina Militare. Molti nuotatori, per concorrere alla vittoria finale, hanno bissato lo sforzo di ieri, che, ricordiamo, li ha visti competere sull’impegnativa distanza dei 10 km.

Ecco le classifiche definitive assolute, maschile e femminile, della seconda tappa sui 5 km. Maschile: 1) Barbera Pietro, Nuoto Milazzo Asd, con 1:14.49 2) Sirone Giuseppe, Asd Athon Augusta, con 1:15.04 3) Inglima Marco, Tc Match Ball Siracusa, con 1:15.11. Femminile: 1) Caruso Alessia, Asd Nuotatori Campani, con 1:23.00 2) Saraceno Federica, Asd Athon Augusta, con 1:23.53 3) Faggi Elisa, Polisportiva Amatori Prato, con 1:25.51.

trofeo-fondo-seconda-tappa-femminileTanti i giovani talenti che si stanno facendo apprezzare nella propria Città, come appunto la quindicenne Federica Saraceno, oppure Fernando Coppola, appena quattordicenne, nuotatore da quando ha otto anni, alla sua prima esperienza in questa categoria, che questa mattina ha ottenuto la quarta piazza. Coppola ci ha confidato, simpaticamente: “Sono andato veloce per la paura di perdere il gruppo e di rimanere da solo in mezzo al mare“.

Ma un atleta augustano, in particolare, ha acquisito il punteggio nelle prime due tappe per concorrere alla vittoria finale. È il diciannovenne Giuseppe Sirone, nuotatore da cinque anni, tesserato dell’Asd Athon Augusta, già vincitore della tappa da 10 km della prima edizione. La sua dichiarazione a caldo: “La seconda tappa, nonostante la stanchezza, l’ho vissuta meglio avendo capito ieri la strategia“. E ammette: “Dolori alle braccia assurdi per la stanchezza, ma mi hanno dato forza l’aria di casa e mio padre, che mi incoraggiava seguendomi con la canoa“. Inoltre, da universitario fuorisede, ringrazia anche la società Bentegodi Verona, che gli consente di mantenere la costanza negli allenamenti.

inserzioni

Grande attesa per la terza e ultima tappa in corso questo pomeriggio.

Cecilia Casole


scuolaopenday
In alto