News

Sicilia “arancione”, ristorazione da asporto consentita anche nei giorni domenicali e festivi

PALERMO – Nei giorni domenicali e festivi fino a giovedì 3 dicembre, in Sicilia, sarà consentita alle attività di ristorazione (“bar, pasticcerie, ristoranti e pizzerie“) la vendita da asporto fino alle ore 22, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze, restando pertanto efficaci le misure contenute nel Dpcm del 3 novembre, in vigore dallo scorso 6 novembre.

Questi i “chiarimenti” dalla Regione siciliana in merito all’ultima ordinanza anti-Covid del presidente Musumeci, con il dirigente generale del dipartimento regionale di protezione civile a firmare la circolare numero 26. Precisazioni rese necessarie dal fatto che l’ordinanza regionale prevede la chiusura di tutte le attività commerciali, con alcune consuete eccezioni (farmacie, parafarmacie, edicole e tabaccherie), e nell’ambito dei prodotti alimentari l’eccezione del servizio a domicilio.

La circolare della protezione civile regionale precisa inoltre che l’eccezione va estesa anche alle attività di vendita di piante e fiori in prossimità dei cimiteri, “limitatamente agli orari di apertura dei cimiteri“.

Intanto, come anticipato da Musumeci ieri l’altro, il ministro della Salute, Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza, in vigore da ieri, con cui si rinnova la permanenza in area “arancione” per le Regioni Calabria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta. La nuova ordinanza è valida fino al 3 dicembre, ferma restando la possibilità di nuova classificazione prevista dal Dpcm del 3 novembre scorso.

inserzioni

(Foto di copertina: generica)


archeoclubmegarahyblaea
In alto