News

Volontari “Hangar team Augusta” ripuliscono Megara Hyblaea

AUGUSTA – Il sito archeologico della colonia greca di Megara Hyblaea, risalente al VI secolo a.C., uno dei più antichi esempi di impianto urbanistico per una città, è abbandonato al degrado da tempo memorabile. Un degrado ritratto anche dalla stampa nazionale, tra inchieste giornalistiche sullo stato di abbandono in cui versa e la recente inchiesta giudiziaria sugli scavi clandestini e sul traffico illecito internazionale dei reperti.

Dinanzi al proliferare di piante infestanti, rovi, zecche, l’associazione di volontariato del territorio “Hangar team Augusta“, da oltre un decennio impegnata nella valorizzazione e poi nel tentativo di recupero dell’Hangar per dirigibili e del parco annesso, richiedeva alla Soprintendenza di Siracusa, con esito positivo, l’autorizzazione a un intervento straordinario di pulizia del sito.

I volontari hanno allora effettuato un sopralluogo, avvalendosi della competenza dell’ingegnere Filippo De Martino, studioso e conoscitore di Megara Hyblaea, per individuare prioritariamente le aree e i percorsi di visita, al fine di pianificare il delicato lavoro all’interno del sito archeologico.

Quindi, sabato scorso, in collaborazione con la stessa Soprintendenza, sono stati avviati gli interventi di pulizia, bonifica e diserbo, nel tentativo di rendere maggiormente fruibili, mettendole in condizioni di sicurezza, alcune delle aree di interesse quali le strade principali, l’agorà, le terme ellenistiche e il santuario. Si ricorda che l’agorà arcaica di Megara Hyblaea era appena più piccola di quella di Atene e misurava circa 2.400 metri quadri. L’antica piazza comprendeva l’attuale agorà ellenistica, i ruderi del santuario, i bagni pubblici e parte della “casa di  Iscomaco”. Dunque una parte importante di Megara da curare perché possa essere goduta dai visitatori.

inserzioni

Le risorse utilizzate sono quelle del 5 per mille, pervenute all’Hangar Team attraverso le donazioni dei cittadini al momento della dichiarazione dei redditi. L’associazione, presieduta da Ilario Saccomanno, è nota soprattutto per esser riuscita a bonificare, valorizzare ed aprire al pubblico il parco dell’Hangar, facente parte dell’ex aeroscalo di Augusta, nonché per avere collaborato nell’ultimo biennio con il Museo “Paolo Orsi” di Siracusa consentendo con l’opera dei propri volontari l’apertura di alcune sale, oltre a vantare diverse pubblicazioni di ricerche storiche sull’Aeroscalo e sui dirigibili.


scuolaopenday
In alto