Eventi

Augusta, Bollettino Società augustana di storia patria, ecco le collaborazioni del numero 4

AUGUSTA – Sarà presentato venerdì 11 ottobre alle ore 18 nella chiesa delle Anime Sante il numero 4-2019 del “Bollettino della Società augustana di storia patria“.

Un nuovo numero – afferma in un comunicato il presidente del sodalizio culturale, Giuseppe Carrabino che è un ulteriore tassello alla conoscenza del patrimonio che identifica la nostra Città di Augusta e si inserisce nell’ambito di importanti appuntamenti culturali che varcano i confini locali. Ed in effetti non solo questo numero ma tutta l’attività della Società di storia patria per l’anno sociale 2019-2020 analizza argomenti con il supporto e la concessione di importanti patrocini a livello nazionale e in alcuni casi anche internazionale“.

Il volume si apre con l’editoriale del socio onorario mons. Pasquale Magnano, direttore dell’Archivio storico della Curia arcivescovile di Siracusa dal titolo “La storia locale tra ricerca e passione. Il servizio del nostro “Bollettino””.

Numerosi e di vario interesse gli articoli che caratterizzano questo nuovo numero. Il socio dott. Luigi Lombardo, già direttore della Biblioteca comunale di Buccheri che ha insegnato nella Facoltà di Scienze della formazione presso l’Università di Catania, ha scritto un importante contributo su “Sale e saline ad Augusta e nel litorale megarese dal XVI al XX secolo”, frutto di una appassionata e certosina ricerca archivistica, un lavoro arricchito da documenti inediti e da un nutrito corredo iconografico.

Altro articolo quello di padre Carlo Raponi O.M., rettore della chiesa di S. Francesco di Paola in Roma e responsabile dell’Archivio generalizio dell’Ordine dei Minimi con una accurata analisi sulle formelle dell’altare maggiore della chiesa di San Francesco di Paola ad Augusta. “Con questo lavoro la Società augustana di storia patria – annuncia Carrabino – intende essere partecipe alle celebrazioni del V Centenario della canonizzazione del Santo (1519-2019) e al III Centenario della ricostruzione della Chiesa del Santo Paolano della nostra Augusta (1719-2019), distrutta dal sisma del 9 e 11 gennaio 1693“.

Il socio prof. Paolo Magnano, storico di Melilli, ha scritto un articolo sull’augustano Max Corvo (1920-1994), agente dei servizi segreti americani (O.S.S. – Office of Strategic Services) di cui ricade il prossimo anno il centenario della nascita.

La socia Maria Amara ha curato l’inventario di tutte le pubblicazioni scientifiche dei fratelli Orso Mario ed Epicarmo Corbino custodite nella piccola biblioteca dell’associazione filantropica liberale “Umberto I”, presieduta da Mimmo Di Franco.

Infine don Salvo Nicosia, rettore della chiesa dell’Annunziata, assistente spirituale della congregazione dei Naviganti e vice parroco della parrocchia Madonna del Buon Consiglio in S. Lucia, ha rinnovato ancora una volta la sua collaborazione con la Società di storia patria proponendo una riflessione sul dipinto inedito raffigurante la Vergine con il Bambino custodito nella sagrestia della chiesa Madre di Augusta.

Nel suo indirizzo di saluto, che apre questo nuovo numero del Bollettino, il presidente Carrabino ricorda che il  2019 è anche una data storica per l’Arma dei Carabinieri, che dopo ben 144 anni si è trasferita, dall’ex convento del Carmine nei nuovi locali appositamente costruiti in via Aldo Moro in contrada Scardina. Dal 9 luglio scorso, infatti, la nuova sede ospita il Comando compagnia, il Nucleo operativo e radiomobile, nonché il Comando stazione e conserva l’intitolazione della storica caserma alla memoria del carabiniere Vincenzo Alì, eroicamente deceduto in Montenegro nel corso della seconda guerra mondiale.

Carrabino ricorda nel comunicato che, sempre in ambito militare, ricade in questi giorni un evento di rilievo per la città e per il Corpo della Guardia di finanza: il centenario dell’ascesa al Comando Generale dell’augustano ten. gen. Salvatore La Ferla, unico ufficiale della Guardia di finanza assurto all’altissimo incarico dall’ottobre 1919 al febbraio 1923. Inoltre, ricorda il 150° anniversario dell’eclisse solare che vide riuniti il 22 dicembre 1870 nella nostra Augusta, scienziati provenienti da ogni parte del mondo. Tra questi, padre Angelo Secchi che disegnò la meridiana nel prospetto del palazzo comunale. “Siamo onorati – aggiunge Carrabino – di aver ottenuto la concessione del logo ufficiale del bicentenario della nascita di questo insigne sacerdote 1818-2018 da parte del Comitato nazionale che sarà motivo di approfondimento nell’ambito delle iniziative del centenario“.

Un sincero benvenuto ai nuovi soci sostenitori, benemeriti e alla prof.ssa Maria Concetta Di Natale, nominata recentemente socio onorario – riferisce il presidente del sodalizio – La prof.ssa Di Natale è docente di Museologia e Storia del collezionismo per le arti decorative all’Università di Palermo e direttore dell’Osservatorio per le arti decorative in Italia “Maria Accascina” (Oadi). Ha scritto numerosi testi scientifici di pittura e miniatura siciliana dei secoli XIV-XVI e di oreficeria ed arti applicate dei secoli XIV-XIX“.

Infine – conclude nel comunicato – un particolare ringraziamento a quanti sostengono le attività della Società augustana di storia patria e i soci benemeriti Banca agricola popolare di Ragusa e Sonatrach stabilimento di Augusta che hanno permesso la pubblicazione di questo numero del Bollettino“.


nuovaacropoli nuovaacropoli
In alto