Politica

Augusta, “Con la Lega sotto le stelle”, Casertano raduna dirigenti e simpatizzanti con l’eurodeputata Donato

AUGUSTA – Il segretario locale della Lega, Massimo Casertano si prende la scena in una serata politica e conviviale, chiamata “Con la Lega sotto le stelle” e organizzata in un noto agriturismo cittadino. Iniziativa in un venerdì sera di metà luglio, forse per fugare le voci su eventuali concorrenze interne, di certo per dare una dimostrazione di partecipazione, coinvolgendo anche delegazioni di Siracusa, Lentini, Avola e Noto, alla classe dirigente leghista regionale e alla neo europarlamentare Francesca Donato.

L’europarlamentare marchigiana, ospite d’onore, è stata apertamente sostenuta in campagna elettorale dal segretario augustano della Lega, risultando in città la seconda leghista più votata (540 preferenze) dietro il leader Matteo Salvini (1.703) ed eletta grazie al secondo seggio scattato dopo quello della licatese Annalisa Tardino. Alla serata hanno partecipato anche i vertici regionali e provinciali della Lega, segnatamente Fabio Cantarella (responsabile regionale Enti locali), Massimo Gionfriddo (responsabile regionale Organizzazione), Leandro Impelluso (commissario provinciale), oltre ai dirigenti locali cha affiancano Casertano, Gianfranco Mignosa e Gilda Emanuele.

Ad Augusta la Lega cresce e aggrega. È un partito vitale e dinamico; pronto ad affrontare le sfide che verranno – commenta Casertano in una nota – Il grande successo che ha riscosso questo meeting è un segnale importante che offriamo alla valutazione dei vertici del partito: dimostra che abbiamo recepito l’esigenza di fare squadra; che c’è entusiasmo e voglia di spendersi e partecipare ad un grande progetto di rinnovamento e cambiamento”. Puntualizza, poi, che “le ragioni e i “perché” che tengono uniti un gruppo umano e politico non possono che essere la condivisione di valori, idee e progetti“, aggiungendo che “abbiamo già iniziato la selezione di una nuova classe dirigente che miri alla competenza ed alla credibilità”.

Sulla stessa linea l’intervento del dirigente regionale Fabio Cantarella, assessore nella giunta di Salvo Pogliese, sindaco di Catania che proprio il giorno prima ha ufficializzato il passaggio da Forza Italia a Fratelli d’Italia. “La Lega non ha bisogno di transfughi ed opportunisti per ingrossare le proprie file – queste le parole di Cantarella, riportate nella nota – ma di dirigenti che dimostrino passione e voglia di partecipare ad un processo di rinnovamento della politica. Il commissario regionale Candiani ha operato in questo senso è crediamo sia la scelta vincente per assicurare discontinuità rispetto al recente passato. Il lavoro di squadra e la serietà pagano”.

In Europa la forte ascesa della Lega preoccupa gli apparati consolidati dei partiti di centro sinistra, che stanno facendo fronte comune per impedire che il nostro gruppo occupi posti strategici. Noi li incalzeremo sui temi che riguardano i nostri territori e vi daremo conto minuziosamente su ciò che accadrà”, questa invece la promessa della neo europarlamentare Donato.


getfluence.com
In alto