Pubblicità elettorale

News

Augusta, crisi idrica Isola, oltre 100 giorni di acqua non potabile. Oggi interruzione temporanea e possibile torbidità

AUGUSTA – Ancora disagi per gli utenti dell’Isola, da tre mesi e mezzo alle prese con l’erogazione di acqua vietata per fini potabili da ordinanza sindacale. Stamani si è verificata un’improvvisa interruzione idrica nel quartiere, “determinata dall’interruzione dell’energia elettrica“, fa sapere il Comune sul canale “Telegram”. “Il servizio è stato riavviato aggiorna nel primo pomeriggio l’assessore ai Lavori pubblici, Roberta Suppo – e, pertanto, in giornata l’erogazione si regolarizzerà. Durante la riattivazione del servizio, come consuetudine in questi casi, potrebbero verificarsi fenomeni di intorbidimento. Gli utenti che dovessero riscontrare tale problematica sono invitati a darne immediata comunicazione al Comando dei Vigili urbani, telefonando al numero 0931 512288″.

Dal pomeriggio del 29 gennaio l’acqua è tornata ad essere erogata dal pozzo comunale dei giardini pubblici, rigenerato (vedi foto di copertina) dopo otto giorni di lavori comprensivi di operazioni di spurgo con contestuali disservizi idrici nella “parte alta” dell’Isola. Da allora non viene più utilizzata acqua del pozzo privato “Tringali”, mentre si continuerebbe a utilizzare per la “parte alta” quella della condotta di rinforzo dalla Borgata.

Quanto ai valori chimici dell’acqua erogata dal pozzo riqualificato, sono stati divulgati oggi i risultati delle analisi del 29 gennaio commissionate dal Comune in autocontrollo al laboratorio accreditato. I parametri rientrano nei limiti di legge con alcune eccezioni: “il parametro “Cloruri” supera il limite” normativo in tutti e quattro i punti di prelievo (piazza Risorgimento, lungomare Paradiso, via Xifonia e piazza Sant’Andrea), mentre “il parametro “Cloro libero” è inferiore al limite consigliato” in tre punti di prelievo (piazza Risorgimento, lungomare Paradiso, via Xifonia).

Si attendono adesso i risultati delle analisi dell’Asp, con i prelievi effettuati il 3 febbraio, che “perverranno entro la settimana“, secondo la comunicazione dell’assessore Suppo. Motivo per cui nel weekend si potrebbe prevedere quando residenti ed esercenti dell’Isola torneranno a utilizzare l’acqua comunale per tutti gli altri fini oltre i soli “usi igienici“.


archeoclubmegarahyblaea
In alto