News

Augusta, esplode di gioia il Martedì grasso nel centro storico. Carnevale chiuso in bellezza

AUGUSTA – Dopo il successo di partecipazione alla sfilata della maschere del Giovedì grasso (vedi articolo), si attendeva il bis per il Martedì grasso e così è stato: un’altra esplosione di gioia e colori. Si è chiuso ieri sera il Carnevale augustano, che ha avuto un nome, “Coriandolando 2“, trattandosi di una seconda edizione, e un marchio ormai garanzia di partecipazione, quello del Comitato commercianti che l’ha organizzato, con il supporto di scuole, palestre, associazioni e sponsor privati, e in collaborazione con il Comune.

Ieri, da pomeriggio a sera, il centro storico è stato ravvivato con luci, coriandoli, musica, gruppi in maschera, vetrine di esercizi commerciali e perfino motoape “mascherate”. Nel pomeriggio, sfilate, balli e animazioni lungo la via Principe Umberto. Protagonisti ancora una volta gli alunni dei quattro istituti comprensivi cittadini, “Principe di Napoli”, “Costa”, “Todaro” e “Corbino”, riproponendo in sfilata, con dilagante allegria, maschere non solo classiche bensì variazioni artistiche su temi elaborati in classe. A tenere sempre alto il ritmo dell’evento Mauro Italia, che ha fatto da conduttore, e il suo team, che ne ha curato le musiche.

Due i concorsi a tema, lanciati con il Giovedì grasso, giunti alla premiazione: “Api mascherate” e “Vetrine in maschera”. Al primo, riservato alle motoape in salsa carnevalesca, hanno partecipato soltanto due gruppi, che hanno quindi diviso il premio in danaro messo in palio dall’organizzazione. Mentre il concorso “Vetrine in maschera”, rivolto agli esercizi commerciali del centro storico, si è concluso con la premiazione della vetrina che ha ottenuto più “like” social in questi giorni, ricevendo un omaggio offerto da uno delle attività aderenti al Comitato.

Novità di ieri, rispetto all’evento di apertura, la partecipazione del Liceo “Megara”, con la scelta di un tema classicista, traducendo in maschere, tra le altre, dalla leggenda delle “Teste di Moro” siciliane alla mitologia greca e romana con le Gorgoni o Bacco. Mentre per gli istituti comprensivi “Costa” e “Todaro” si è trattato di una terza sfilata in città, avendo promosso e animato, insieme alla parrocchia di Santa Lucia, anche l’evento carnevalesco tenuto sabato pomeriggio alla Borgata, in viale Italia, dal titolo “Sfilata dei popoli“.

inserzioni

Da qui ha preso spunto la vicepresidente del Comitato commercianti, Marina Cannata, nel commentare il successo dell’evento di chiusura del Carnevale augustano. “Siamo felici per la partecipazione di tutti i gruppi che si sono voluti mettere in gioco per il nostro paese. Siamo contenti della novità relativa al progetto dell’Unione dei popoli e doppiamente contenti perché abbiamo riunito Augusta”, ci ha riferito. Mentre la presidente Elvira Cappelleri, altrettanto entusiasta, ha riconosciuto che “il risultato è sempre superiore a quello che immaginavo“, pensando a un “miglioramento del percorso” per la prossima edizione. “Il successo di un evento non è mai dovuto a chi lo organizza – ha osservato Cappelleri – ma a tutti quelli che credono nella realizzazione dello stesso e con la loro presenza, la loro passione e la loro tenacia collaborano. Uniti si può!“.

Testa e cuore dei commercianti del centro storico sono adesso rivolti al prossimo evento, la secondo edizione di “Bici in fiore“, da concretizzare tra fine aprile e inizio maggio.


inserzioni inserzioni
In alto