Cronaca

Augusta, fermata minorenne su acquascooter: multa salata per il padre

AUGUSTA – Nella baia di Brucoli, ieri pomeriggio, i militari a bordo del battello Gc A 79 della Guardia costiera di Augusta, in un pattugliamento per l’operazione “Mare sicuro”, hanno sottoposto a fermo un acquascooter che stava “incrociando ad alta velocità”, raggiunto mentre si dirigeva verso la terraferma.

Entrambe le occupanti del mezzo, sia la conducente che la passeggera, erano minorenni, chiaramente prive di patente nautica (per ottenere la quale bisogna aver compiuto 18 anni), il cui possesso è obbligatorio per la conduzione delle moto d’acqua.

L’acquascooter è stato sottoposto a sequestro, e a carico del padre della conducente, convocato dai militari, è stata elevata una sanzione amministrativa pari a una somma, quale misura ridotta, di circa 3.700 euro, diminuita a circa 2.600 euro se pagata entro 5 giorni dalla contestazione.

Si ricorda che la vigente ordinanza di polizia marittima, emanata dalla Capitaneria di porto di Augusta, prescrive che entro 250 metri dalla costa ed entro 150 metri dalla costa a picco, è fatto divieto di transito e di ormeggio. Inoltre, prescrive che tra i 250 metri e i 1.000 metri di distanza dalla costa, e tra i 150 metri e i 500 metri di distanza dalla costa a picco, tutte le unità devono navigare con gli scafi in “dislocamento”, ovverosia non in “planata”, e comunque a una velocità non superiore a 10 nodi.

inserzioni

Si raccomanda sempre prudenza – si legge nel comunicato della locale Capitaneria di porto – il mare, tra i beni più preziosi che abbiamo, dev’essere fruito con rispetto e senso della misura, e non attraverso condotte che possono mettere a repentaglio la sicurezza degli altri“.


archeoclubmegarahyblaea
In alto