News

Augusta, Hangar per dirigibili verso la candidatura per il patrimonio mondiale Unesco

AUGUSTA – “Devono credere a questo progetto di riuscire a far inserire l’Hangar nella lista del patrimonio mondiale, perché più passa il tempo più diventa difficile“. A due anni da quando l’ambasciatore Unesco, Ray Bondin rivolse queste parole alle istituzioni competenti, nello stesso salone municipale, è stato presentato l’avvio dell’iter di candidatura dell’Hangar per dirigibili all’inserimento nella lista del patrimonio mondiale Unesco.

In prima linea, ieri pomeriggio, i rappresentanti delle associazioni “Alzati Augusta”, Lorenzo Daniele, “Hangar team“, Ilario Saccomanno e “Icob”, Alessandro D’Oscini, che hanno redatto il dossier di candidatura, recepito dal Comune, in questa fase per l’inserimento nella Lista propositiva nazionale.

Nel corposo dossier trasmesso alla Commissione nazionale italiana per l’Unesco sul monumento di archeologia industriale unico al mondo, per favorirne la selezione, è stato aggiunto un capitolo sull’ipotesi di gemellaggio con l’hangar per dirigibili di Écausseville, nella regione francese della Normandia.

Alla conferenza stampa, il sindaco Cettina Di Pietro, affiancata dal vicesindaco Roberta Suppo e dall’assessore alla cultura Giusy Sirena, si è detta soddisfatta che l’amministrazione comunale sia riuscita a trovare un’intesa, sancita da una delibera di giunta lo scorso 17 gennaio, con le associazioni che da tempo promuovono iniziative per chiedere di riaprire, valorizzandolo, l’Hangar per dirigibili, con piazzale di manovra e parco, chiamati unitariamente nel dossier Aeroscalo per dirigibili secondo la perimetrazione originaria riconosciuta in un recente decreto regionale.

inserzioni

Il primo cittadino ha informato che si è in attesa del decreto ministeriale di smilitarizzazione dell’area di competenza dell’Agenzia del demanio – ramo Aeronautica militare e che dovrebbe essere acquisita dall’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale, perché poi il Comune ne possa richiedere la concessione.

L’intero parco è interdetto ai cittadini da quasi tre anni da un’ordinanza sindacale, emanata per ragioni di sicurezza a seguito di un sopralluogo dei vigili del fuoco del comando provinciale, ma che adesso l’amministrazione comunale intende modificare.

Le tre associazioni hanno già fatto pervenire, lo scorso novembre, a tutti gli enti interessati la petizione di sensibilizzazione, firmata da circa tremila augustani, per la riapertura del sito e la candidatura. Firme trasmesse unitamente al premiato docufilm del regista Lorenzo Daniele, dal titolo “La casa dei dirigibili. L’Hangar di Augusta tra passato e presente”.


scuolaopenday
In alto