Politica

Augusta, Lega, Centamore lascia: “Non compatibile con il mio modo di essere”. Replica di Mignosa

AUGUSTA – Rosy Centamore ha lasciato la Lega. A marzo era stata la prima donna a prendere la parola in sede di conferenza stampa di presentazione del gruppo di neo salviniane, introdotte dal responsabile cittadino Massimo Casertano alla presenza dei vertici provinciali e regionali (nella foto di copertina, con Rosy Centamore la seconda da destra).

Nei giorni scorsi ha fatto retromarcia. “La politica della Lega – scrive l’insegnante in una nota – non è compatibile con il mio modo di essere e con il mio profilo professionale. Io sono da sempre impegnata ad aiutare le fasce più deboli senza se e senza ma. Non ho mai condiviso le azioni che hanno avuto come unica finalità la propaganda elettorale esercitata sulla pelle di chi grida aiuto. Per questo ho deciso di lasciare il partito della Lega. Ringrazio gli amici che mi hanno coinvolto in questa breve esperienza che ritengo conclusa“.

In vista delle elezioni amministrative del prossimo anno, Rosy Centamore, che nel 2015 sfiorò l’elezione al consiglio comunale nella lista di Sicilia democratica dell’allora deputato regionale Giambattista Coltraro, ha già trovato la nuova collocazione. “Tuttavia il mio impegno in politica – aggiunge – proseguirà da dove è iniziato ovvero in Augusta 2020, movimento che ho contribuito a fondare. La guida affidata ad una donna (Roberta Indelicato, ndr), cosa rara in politica, oltre la grande mole di lavoro svolta dal gruppo consiliare e dai componenti che oggi compongono il 2020, sono per me le migliori garanzie“.

Centamore via dalla Lega? Perché c’era?“. È il titolo di una nota di replica diffusa da Gianfranco Mignosa (nella foto di copertina, il quarto da destra), nella qualità di “portavoce del circolo” della Lega cittadina.

Apprendiamo dalla stampa (la diretta interessata non si è premurata di avvisarci…) che Rosy Centamore ha lasciato la Lega. Ad onor del vero non ci eravamo accorti che ne facesse parte! – asserisce Mignosa – Infatti, dopo avere chiesto la tessera ed avere aderito al partito spontaneamente, l’abbiamo vista solo una volta in otto mesi: non ha mai partecipato alle riunioni e preso parte alle attività promosse dal partito. Una presenza virtuale che si è distinta solo per… la sua assenza, persino in campagna elettorale per le Europee“.

Quanto alle obiezioni valoriali divulgate da Centamore per motivare il “ritorno” nel movimento civico fondato dall’attuale consigliere comunale Marco Niciforo, il portavoce leghista aggiunge: “Pare abbia dichiarato che la Lega non è compatibile col suo modo di essere: in pochi mesi è passata da un adesione spontanea ed entusiasta, ad una vera e propria abiura. Di fatto ha smentito se stessa, dal momento che non abbiamo notato cambiamenti nella linea politica di Salvini e della Lega da quando ha aderito ad oggi. Può succedere, se si è un po confusi. Ritengo che nessuno di noi si accorgerà della sua assenza. Le auguriamo buona fortuna”.


nuovaacropoli nuovaacropoli
In alto