News

Augusta, percorso di biologia con curvatura biomedica avviato al “Megara” e al “Ruiz”

AUGUSTA – Nella settimana appena conclusa sono partite, per la prima volta in città, le lezioni del percorso di potenziamento-orientamento “Biologia con curvatura biomedica”, sia al Liceo “Megara” che all’Istituto d’istruzione superiore “Arangio Ruiz”. Come già pubblicato in estate, i due istituti rientrano quest’anno nell’elenco delle ulteriori 25 scuole italiane (quattro nella provincia aretusea), raggiungendo il numero di 140 complessive, individuate dal Miur per il progetto in collaborazione con gli Ordini dei medici provinciali.

Il percorso, rivolto a trenta studenti di classi terze per istituto, prevede complessivamente lo svolgimento di 150 ore di lezione nell’arco di tre anni scolastici, impartite in parte dagli insegnanti di Scienze e in parte dai medici indicati dall’Ordine provinciale di Siracusa, con l’obiettivo di orientare gli studenti nella scelta delle facoltà universitaria e consolidare inoltre le competenze in ambito scientifico e biomedico.

Al Liceo “Megara” si è inaugurato martedì 13 ottobre, con un incontro pomeridiano in modalità online, indirizzato ai giovani allievi e ai loro genitori, alla presenza del dirigente scolastico Renato Santoro, insieme alle docenti titolari delle cattedre di Scienze e ai medici individuati dall’Ordine del medici di Siracusa.

Il piano didattico si articola in ore di studio e di didattica laboratoriale, strutturate organicamente in venti ore di lezioni teoriche tenute dai docenti di Biologia e a cura dei docenti di Scienze del Liceo. Altre  venti ore di lezioni magistrali saranno tenute da medici individuati dall’Ordine dei medici e degli odontoiatri della provincia di Siracusa, su specifici argomenti individuati dalla rete. Infine, vi saranno le ore di pratica laboratoriale presso strutture sanitarie esterne quali ospedali, ambulatori e laboratori di analisi con cui il “Megara” ha già avviato convenzioni negli anni precedenti e ne  avvierà di nuovi.

inserzioni

Il Liceo “Megara” rende noto che aveva già intrapreso lo scorso anno scolastico un percorso di potenziamento nelle discipline scientifiche, chimico-biologico, per gli alunni iscritti al primo anno, poi sospeso per l’emergenza Covid-19. Riprendendo il percorso in questa annualità, costituirà prerequisito importante nella possibilità di accesso alla Curvatura biomedica, nel proseguimento degli studi al triennio.

Il giorno successivo, mercoledì 14 ottobre, è toccato all’Istituto d’istruzione superiore “Arangio Ruiz”, in presenza, dare avvio al percorso nazionale di “Biologia con curvatura biomedica”, con la prima lezione dal titolo “I tessuti epiteliali”, tenuta in aula magna dalla docente Loredana Di Mare, referente per la scuola del progetto, che ha coinvolto trenta studenti delle terze classi del Liceo scientifico delle Scienze applicate (vedi foto di copertina).

Le altre docenti di Scienze, individuate dalla dirigente scolastica Maria Concetta Castorina, sono Antonia Riera, Palmino Moschitto e Veronica Mazzei. Gli studenti in modalità online avranno poi modo di approfondire ulteriormente gli argomenti trattati, grazie alle lezioni tenute da esperti individuati dal presidente dell’Ordine dei medici di Siracusa, Anselmo Maddeddu: Giampiero Castelli per Dermatologia, Emilia Cotzia per Ematologia, Fabio Scandurra per Cardiologia, Salvatore Piccione per Ortopedia e Mariano Caldarella per Medicina dello Sport. Il medico Antonio La Ferla sarà invece il referente del progetto per conto dell’Ordine professionale.

Il dipartimento di Scienze è orgoglioso di offrire ai suoi studenti questa preziosa opportunità e si augura di poter contribuire, anche grazie a questo progetto, ad una offerta formativa sempre più al passo coi tempi e proiettata verso le esigenze occupazionali future del nostro Paese“, commenta la referente del progetto per il “Ruiz”, Loredana Di Mare.

Mentre la dirigente scolastica Maria Concetta Castorina fa sapere che “ringrazia l’Ordine dei medici della provincia di Siracusa nella persona del presidente Anselmo Madeddu per la disponibilità, viste le difficoltà relative all’emergenza Covid-19, ad effettuare comunque le lezioni seppur online“. Inoltre rivolge un “grande augurio ai trenta studenti del Ruiz affinché possano continuare con serenità ed entusiasmo questo percorso sicuramente impegnativo ma importante per il loro futuro“.


archeoclubmegarahyblaea
In alto