News

Augusta, riaperture, Confcommercio ricevuta in municipio: “Diminuzione o azzeramento tributi locali”

AUGUSTA – Mentre si dibatte sulle misure contenute nel decreto Riaperture del governo Draghi, la Confcommercio di Augusta, costituitasi lo scorso novembre, ha incontrato ieri l’amministrazione Di Mare per un confronto in particolare sul futuro dei pubblici esercizi e sul settore del commercio gravemente colpito dalla pandemia ancora in corso. “Si è discusso di suolo pubblico per i pubblici esercizi, pianificazione delle Ztl (Zone a traffico limitato), diminuzione o azzeramento dei tributi locali, di progetti sul decoro urbano e di eventi promozionali per l’intero territorio“, si legge nel comunicato a margine di Confcommercio.

La delegazione dell’associazione di categoria, presieduta territorialmente da Elvira Cappelleri, ha visto anche la presenza delle consigliere di direttivo Marina Cannata, Maria Luisa Di Gaetano, Maria Interlandi, oltre che del direttore generale di Confcommercio Siracusa, Francesco Alfieri.

È stata ricevuta a palazzo di città non solo dall’amministrazione, definita nel comunicato a margine “attenta e disponibile“, con il sindaco Giuseppe Di Mare, l’assessore alla cultura Giuseppe Carrabino, l’assessore al commercio Rosario Costa, ma anche dal presidente del Consiglio comunale Marco Stella e dalla consigliera comunale d’opposizione Milena Contento.

Si sono gettate le basi per una proficua collaborazione con l’amministrazione megarese – si legge nel comunicato odierno di Confcommercio – partendo dai disagi dei pubblici esercizi e dei commercianti in genere, oramai in ginocchio a causa delle innumerevoli chiusure dei vari decreti. La posizione dell’associazione è chiara: “programmare le aperture per non chiudere più e alleggerire la pressione dei tributi“.

Istanze che il sindaco Di Mare avrebbe accolto. “Accogliamo sempre con favore – dichiara il primo cittadino – le iniziative e i progetti quando sono ben pensati e strutturati. L’amministrazione è a favore della crescita del territorio, con tutte le limitazioni del momento, ma insieme alle associazioni costruiremo un percorso quanto più agile possibile“.

Diamo la nostra disponibilità a collaborare al progetto “involve to evolve” – afferma la presidente Cappelleri e a tutte le iniziative che tendono a contribuire alla rinascita del nostro territorio. Noi, con la nostra struttura, saremo agevolatori di impresa, così, in partnership con il Comune daremo seguito alle iniziative che insieme concorderemo”.

Attraverso la struttura nazionale – si legge ancora nel comunicato dell’associazione di categoria – gli imprenditori della Confcommercio chiederanno, nelle commissioni parlamentari, di stornare gli importi promessi nel fondo perequativo, così da poter beneficiare, sul territorio, degli sgravi sui tributi locali“.


In alto