Politica

Nomine istituzioni culturali, annunciata interrogazione consiliare

AUGUSTA – Il 13 ottobre scorso l’Amministrazione comunale pubblicava i bandi di selezione per la designazione di venticinque figure per gli incarichi da ricoprire a titolo onorario e gratuito in quattro istituzioni culturali della città, segnatamente il Museo civico, il Museo della Piazzaforte, la Commissione per il piano di studi di Storia patria e il Cda dell’Ipab Parisi Zuppelli Santangelo.

Da allora non si hanno notizie a riguardo, ma numerosi cittadini augustani hanno partecipato alle selezioni inviando il proprio curriculum.

Si ricorda che la commissione esaminatrice è composta dal sindaco Cettina Di Pietro, dall’assessore alla Cultura Giusy Sirena, da Beatrice Basile, già soprintendente ai Beni culturali di Siracusa e dal segretario generale dell’Ente Alberto D’Arrigo, pur restando la discrezionalità delle scelte in capo al Sindaco, al cui mandato risulta agganciata la durata degli incarichi.

Marco Niciforo consigliere comunale della lista civica Noi per la CittàInterviene a riguardo il consigliere comunale di opposizione Marco Niciforo, della lista civica “Noi per la città”, commentando: “Sono trascorsi circa sei mesi e a tutt’oggi nulla è stato ancora definito, con la conseguenza che gli enti interessati, non operando, risultano esistenti solo sulla carta“.

inserzioni

Aggiunge: “Vi è la reale necessità di rilanciare l’attività museale facendo leva sulle grandi potenzialità delle risorse umane disponibili nel mettere a disposizione le proprie idee e la propria passione a servizio della città“.

Niciforo fa menzione delle attività fin qui svolte dalle rispettive istituzioni culturali cittadine: “Da una parte il Museo della Piazzaforte, che ha operato con la preziosa collaborazione del mondo del volontariato avvalendosi della preziosa e fattiva direzione del suo cofondatore avvocato Antonello Forestiere, dall’altra il Museo civico, istituito nel 1970, e rimasto una delle tante incompiute; per non parlare della Commissione di Storia patria, che ha recentemente celebrato il cinquantesimo anniversario e, nonostante la mancanza di fondi, ha regolarmente operato, riuscendo a pubblicare ben tre numeri del Notiziario storico di Augusta, due numeri della nuova collana Claradea, oltre ad aver svolto convegni, mostre, conferenze e visite guidate; infine l’Opera pia Parisi Zuppelli Santangelo, attualmente commissariata, a cui serve affidare immediatamente una guida, anche in considerazione dell’immenso patrimonio immobiliare che possiede“.

Quindi il consigliere comunale preannuncia che depositerà un’interrogazione consiliare al Sindaco e alla Giunta, anticipandone i contenuti: “Ora, non si comprende se è la commissione che non procede con il lavoro di individuazione delle figure idonee o se, qualora questo compito fosse già stato svolto, è il Sindaco che non adotta gli atti conseguenti; si ritiene che in ambedue i casi occorre prendere i dovuti provvedimenti al fine di consentire lo sblocco delle nomine“.

Conclude: “In questa città dove tutto si ferma per mancanza di risorse, non è accettabile che si fermi tutto anche quando di risorse non ce ne vogliono; questo appare uno di quei casi in cui occorre solo che l’Amministrazione comunale metta in campo volontà e buon senso“.


scuolaopenday
In alto