pubblicità elettorale
Eventi

Notte nazionale del liceo classico, il “Megara” pronto alla 10ª. Omaggi a Terranova e Giummo

AUGUSTA – Anche quest’anno il Liceo classico “Megara” di Augusta celebrerà, per la decima volta consecutiva, la Notte nazionale del liceo classico, fissata per venerdì 19 aprile nella cittadella degli studi a partire dalle ore 18.

Nata da una brillante idea del professor Rocco Schembra, del Liceo classico “Gulli e Pennisi” di Acireale, questa manifestazione ha unito nel tempo, sotto il segno della promozione e valorizzazione degli studi classici, oltre 350 licei su tutto il territorio nazionale, a testimonianza dell’alta valenza formativa dello studio delle lingue e delle letterature antiche.

Il dirigente scolastico del “Megara”, Renato Santoro e il gruppo di progetto composto dalle docenti Zaira Lipari, Gabriella Fassari, Jessica Di Venuta, Paola Di Mare, Gabriella Lombardo, Giuseppina Pugliares e Alessandra Traversa, ha raccolto l’invito a realizzare una serata che affronterà quali temi principali la comunicazione, comprendente l’incomunicabilità, e la violenza di genere. Sarà anche un’occasione per una sorta di retrospettiva su quanto realizzato nei dieci anni di vita dell’evento, con uno sguardo, però, sempre attento al futuro, ai giovani. Una performance omaggerà gli studi condotti sul teatro di Euripide dal compianto preside prof. Alberto Terranova, fine classicista ed esperto di tragedie greche.  

Come ogni anno, saranno coinvolti anche gli studenti dei quattro istituti comprensivi cittadini, che si sono cimentati nella settima edizione dell’ “Agone letterario Megarensis“, intitolato alla memoria del prof. Carmelo Giummo, stimato docente di letteratura inglese e poeta scomparso prematuramente nel 2020. Gli alunni delle seconde medie hanno infatti elaborato degli haiku, componimenti poetici di origine nipponica, sul tema del viaggio.

Il filo rosso della “Notte” 2024 del liceo “Megara” – si legge nella nota dell’istituto – sarà la promozione di quei valori positivi che costituiscono l’essenza dell’Uomo e il cemento del rapporto con l’altro: la conoscenza, la creatività, la tolleranza, la gentilezza, la pace. Tutte le manifestazioni artistiche rispecchiano la grandezza dell’animo umano e possono rappresentare un forte deterrente in grado di neutralizzare l’individualismo imperante in questi tempi tristi“.

All’interno di questa cornice valoriale, si evidenzia il decennale partenariato con “Italia Nostra” sezione di Augusta, presieduta dalla docente del “Megara”, Jessica Di Venuta, per ribadire la tutela del patrimonio naturalistico e artistico unita alla promozione della classicità.

Quest’anno la manifestazione si fregia, inoltre, dei patrocini del Comune di Augusta, del Parco archeologico di Leontinoi e Megara e dell’Assessorato dei Beni culturali della Regione siciliana.  

Le Belle Lettere – conclude la nota del Liceo – rappresentano l’appiglio e l’àncora di salvezza per non sprofondare nel baratro dell’angoscia e della paura, e per tornare a sperare davvero in un futuro migliore per i giovani“.


La Gazzetta Augustana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2023 La Gazzetta Augustana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2015/2023 PF Editore

In alto