Archivio

Nuova tragedia nel triangolo industriale, operaio travolto da un cancello

coemi-prioloPRIOLO – Dopo il dramma consumato solo due giorni fa nell’impianto Versalis-Eni, si deve registrare un altro mortale incidente sul lavoro nel cosiddetto triangolo industriale. Questa mattina alle ore 12,30 i Carabinieri della stazione di Priolo Gargallo sono intervenuti all’interno della locale ditta “Coemi”, dove poco prima un operaio specializzato, il sessantatreenne residente a Carlentini, Vincenzo Guercio, era rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro.

L’uomo, unitamente ad altri due operai, stava iniziando la manutenzione ad un cancello in ferro di notevoli dimensioni e peso, posto a delimitare due aree interne della ditta, per ripristinarne la regolare e completa apertura impedita da uno scorrimento difficoltoso delle ruote. All’improvviso, per cause in corso di accertamento, l’uomo è rimasto schiacciato dal cancello stesso, fuoriuscito dal binario inferiore di scorrimento e, ormai in disequilibrio per via dell’ingente peso, staccatosi dall’ancoraggio superiore prima di travolgere la povera vittima.

Immediati i soccorsi ed il trasporto dell’operaio presso l’ospedale “Cannizzaro” di Catania a mezzo velivolo per elisoccorso del 118, atterrato in un piazzale adiacente reperito celermente dagli operanti. Purtroppo però, a causa delle fratture multiple interne riportate nell’occorso e delle diffuse emorragie, l’uomo è deceduto lungo il tragitto giungendo al nosocomio già senza vita.

I Carabinieri di Priolo Gargallo hanno sottoposto l’area a sequestro ed iniziato a raccogliere ogni elemento utile a comprendere la dinamica del fatto ed accertare eventuali responsabilità. Nell’attività di verifica i militari dell’Arma sono stati immediatamente affiancati dall’Aliquota Nictas della Procura della Repubblica di Siracusa e da personale dello S.Pre.Sal del capoluogo aretuseo, per procedere congiuntamente alla disamina dell’evento.


scuolaopenday
In alto