Politica

Progetti obiettivo, Fp Cisl respinge le accuse del Sindaco

AUGUSTA – Alcune dichiarazioni sui Progetti obiettivo rese dal sindaco Cettina Di Pietro, in seno al Consiglio comunale svoltosi martedì sera, non sono state gradite dal sindacato di categoria Fp Cisl, che in data odierna intende replicare senza lesinare critiche neppure al segretario generale Alberto D’Arrigo.

Strano atteggiamento, quello del sindaco e del segretario generale di Augusta. Grave che, in pieno Consiglio comunale, si addossino responsabilità alle Organizzazioni sindacali sulla mancata firma al piano dei Progetti obiettivo“, esordisce in una nota stampa Daniele Passanisi, segretario generale della Fp Cisl Siracusa-Ragusa.

Rincara la dose: “Mistificare la verità è inaccettabile. Spero di non ritrovarmi davanti al gioco del rimpiattino e, soprattutto, ad un problema di comunicazione interna al Comune. Il sindaco, che nell’ultima seduta del Consiglio comunale ha accusato il sindacato di avere causato una “paralisi” dei progetti e minacciato di “rivolgersi al Prefetto” semmai l’ulteriore convocazione andasse deserta, dovrebbe avere l’onestà intellettuale di dire come stanno realmente le cose“.

In merito al rinvio della firma dell’accordo, che secondo il sindacalista sarebbe stato voluto dal segretario generale dell’Ente, Passanisi fornisce un’altra versione: “La bozza del piano riguardante i Progetti obiettivo è stata condivisa e completata alla nostra presenza, la firma è stata rinviata per una inspiegabile, e personale, interpretazione del segretario generale che, nonostante l’accredito dei dirigenti sindacali protocollato l’11 febbraio scorso, non ha permesso alla nostra rappresentante aziendale di siglare il documento. Questo, nonostante la nostra immediata disponibilità a firmare il piano, ha fatto ritardare l’accordo“.

inserzioni

Conclude: “La paralisi, quindi, è da addebitare allo stesso Comune. Sindaco e segretario generale facciano presto, adesso. La smettano di distorcere la verità e diano immediate risposte ai dipendenti“.


inserzioni inserzioni
In alto