News

“Sesto senso opera festival” al Teatro antico di Taormina, Marcello Giordani direttore artistico della sezione lirica

AUGUSTA – Nuova collaborazione straordinaria del tenore augustano Marcello Guagliardo, in arte Giordani, in una cornice prestigiosa. A luglio (giorni 11, 12, 15 e 29), al Teatro antico di Taormina, sarà infatti tra i protagonisti del “Sesto senso opera festival“, serie di spettacoli inediti tratti da una tesi sperimentale contenuta nell’ultima fortunatissima pubblicazione del maestro Peppe Vessicchio, La musica fa crescere i pomodori edita da Rizzoli.

Giordani è anche il direttore artistico della sezione lirica del festival, il quale evidenzia la volontà di riunire le eccellenze siciliane in ambito musicale, dai cantanti all’orchestra tutta, per uno spettacolo interamente “made in Sicily”.

La performance canora di Marcello Giordani è prevista per l’evento conclusivo chiamato “Le grandi voci del Sesto senso” di domenica 29 luglio, insieme ad altri nomi eccellenti della lirica internazionale come le soprano Daniela Schillaci e Desirèe Rancatore e il baritono Nicola Alaimo, accompagnati dalla Medisonus Orchestra diretta dal maestro Antonino Manuli.

La musica ha la capacità di entrare nel fondo di noi. Può parlare alle nostre cellule e con una parte di noi che non conosciamo. E quando gli armonici si combinano in modo naturale, l’equilibrio delle loro attrazioni è pacifico e ci dà benessere”, scrive Vessicchio riferendosi alla cosiddetta musica armonica naturale. Il Sesto senso opera festival intende essere infatti il palcoscenico naturale ed esclusivo di melodie dalle caratteristiche benefiche.

inserzioni

Tra gli artisti di caratura nazionale ci sarà anche Rosalino Cellamare, in arte Ron, con il suo concerto-racconto sul repertorio di Lucio Dalla dal titolo “Lucio! Il tour”, in condivisione con i solisti del Sesto Armonico, ensemble d’archi diretti dal maestro Vessicchio, al centro della proposta artistica che i creatori di Medisonus hanno voluto per varare l’innovativo progetto all’interno di questa prima edizione del Sesto senso opera festival. La comunità medica è da decenni impegnata a studiare questi fenomeni attraverso la scienza del Pnei, istituto di psiconeuroendocrinoimmunologia, dimostrando quanto sia fondamentale l’approccio olistico sia nella fase dell’anamnesi che in quella della cura.

La produzione esecutiva del Sesto senso opera festival è a firma della Orangeblu, azienda leader nell’organizzazione eventi e produzione turistica con Umberto Sturniolo, musicista e general manager, che afferma: “Un valido produttore di eventi e un moderno operatore turistico deve puntare sempre su un concept innovativo e di successo in modo da offrire al pubblico un’emozione all inclusive unica nel suo genere”.


inserzioni inserzioni
In alto