Politica

Ztl e “recupero” del mercato del giovedì, invocati correttivi a favore del commercio locale

AUGUSTA – È in vigore da più di una settimana e lo sarà fino all’8 gennaio la Ztl nel tratto di via Principe Umberto tra via Cristoforo Colombo e via Generale La Ferla, che prevede il divieto di sosta e circolazione nei giorni feriali dalle ore 17 alle 22 e la domenica e festivi dalle ore 9 alle 22. Una soluzione che, nonostante sia stata posticipata rispetto allo scorso anno, starebbe creando forti malumori tra i commercianti del centro storico. Dalla politica cittadina arrivano dei richiami all’Amministrazione pentastellata.

I due consiglieri comunali di “Attiva mente” Biagio Tribulato e Angelo Pasqua, ribadendo la proposta di avviare la consulta cittadina di categoria, contestano proprio la “mancanza di concertazione tra i commercianti di Augusta e l’Amministrazione comunale“. Con una nota congiunta si esprimono sulla Ztl istituita nell’Isola: “Stiamo assistendo in questi giorni alla trasformazione fino a gennaio della via Principe Umberto in isola pedonale, un esperimento a detta dei commercianti negativo per tutto il periodo, che sta incrementando la desolazione nel centro storico, poiché oltre le multe elevate ai trasgressori, come è giusto che sia dal momento che vige un’ordinanza, si sta prediligendo anche la rimozione forzata delle autovetture che i cittadini dovranno poi ritirare a Lentini sostenendo esosi costi“.

Inoltre, estendono il ragionamento anche alle attività del quartiere Borgata: “Quando si intende pianificare un Natale in città, si contattano anche i commercianti della zona Borgata, perché anche quella è una zona di Augusta con diverse attività abbandonate a se stesse e che meritano adeguata tutela“. Tribulato e Pasqua proseguono: “L’amarezza maggiore che resta è che non vi è alcun incentivo per i commercianti locali né adeguata dedizione a contemperare a pieno le loro esigenze, piuttosto grande apertura per chi viene da fuori e i fatti lo dimostrano, da ultimo l’istituzione del mercato della Coldiretti con operatori non del luogo“.

Contestano il “recupero” del mercato settimanale del giovedì autorizzato per domenica 18 dicembre: “Poteva tranquillamente essere recuperato nel mese di gennaio la giornata dedicata al giovedì, che è stata perduta a seguito delle condimeteo dell’Immacolata, ed invece si è preferito creare un elemento di disturbo indubbio per l’economia cittadina, per la valorizzazione delle nostre attività commerciali, che tanto fanno sebbene tassate con le massime aliquote per cercare di resistere in una città che ha tagliato le gambe all’ economia in tutte le sue sfaccettature. Non capiamo inoltre come si possa autorizzare un mercato straordinario negli stessi luoghi, considerata anche la processione prevista per questa domenica per l’inaugurazione del nuovo centro Caritas, incendiato qualche tempo fa, e già autorizzata dalla stessa Amministrazione per lo stesso giorno“.

inserzioni

Su quest’ultimo aspetto, è dello stesso avviso anche il consigliere comunale Enzo Canigiula, che leva la voce: “Trovo giusto agevolare chi col proprio lavoro “campa” la famiglia, ma non si poteva recuperare dopo l’Epifania? Ma, considerato il periodo, si ha un’idea di quanti soldi andranno via da Augusta? Ma si ha un’idea del danno economico che si perpetra nei confronti dei già enormemente vessati commercianti di Augusta? Ma questa amministrazione non era contro i centri commerciali e a favore delle botteghe di quartiere? E cos’è il mercato del giovedì se non un temporaneo enorme centro commerciale all’aperto? Ma è questa l’amministrazione che doveva dare una svolta economica e sociale alla nostra città? I commercianti aspettano risposte concrete e valide“.

Le attività commerciali sono al centro delle preoccupazioni delle forze politiche cittadine, come attesta anche la nota di Fratelli d’Italia, a firma dei due coordinatori cittadini Marco Failla ed Enzo Inzolia. Innanzitutto rilevano che “ad oggi, sono trascorsi più di tre mesi durante i quali l’Amministrazione pentastellata continua a trovarsi in difetto dell’assessore al Bilancio e Tributi” e chiedono che “il Sindaco nomini l’assessore al più presto“, imputando ai rappresentanti locali del M5s la responsabilità di essersi “occupati di tutto eccetto ciò che interessa concretamente alla città e ai suoi cittadini” e ammonendo che “potrebbero dedicare più tempo ad amministrare che a replicare sui social network“.

Quindi i coordinatori di Fratelli d’Italia propongono dei correttivi alla Ztl dell’Isola: “Con riferimento a questo periodo natalizio, invece, non abbiamo potuto che ascoltare le lamentele dei commercianti del centro storico: in qualche caso, addirittura, l’isola pedonale ha portato a una perdita anche dell’80 per cento dei guadagni degli esercenti. Condividiamo naturalmente l’idea della via principale della città libera dal traffico, ma forse sarebbe stato più intelligente applicare la limitazione nel solo fine settimana, considerato che anche durante il periodo natalizio già alle ore 19 tutta la via Principe Umberto risulta essere deserta“.

Intanto, è stata rinviata per le condizioni meteo sfavorevoli a data da destinarsi la seconda edizione della “Notte bianca” promossa dal Comitato commercianti e l’auspicio è che i cittadini accolgano con entusiasmo, come avvenuto lo scorso anno, l’ennesimo tentativo delle attività commerciali di rilanciare il centro storico.

(Foto in evidenza: Saro Bellistri)


inserzioni inserzioni
In alto