Politica

Augusta, lanciata petizione per un servizio ambulatoriale di ortopedia e traumatologia al “Muscatello”

AUGUSTA – È stata presentata ieri pomeriggio, dal movimento civico “Adesso Augusta“, una petizione indirizzata all’assessorato regionale alla Salute, all’Asp di Siracusa, al sindaco di Augusta per chiedere l’istituzione presso l’ospedale “Muscatello” di Augusta di un servizio ambulatoriale di ortopedia e traumatologia che sia attivo nelle ore antimeridiane di tutti i giorni feriali, che faccia fronte alle urgenze di Pronto soccorso e sia aperto anche a pazienti provenienti dal territorio per visite programmate.

La petizione che presentiamo, volutamente, non l’abbiamo predisposta con una modulistica recante il logo, perché vogliamo che sia una petizione dei cittadini, senza distinzione di simboli e di bandiere”, ha detto in apertura di conferenza stampa Massimo Casertano, fondatore la scorsa estate del movimento civico, mentre, sul fronte partitico, è da poco responsabile di un circolo della Lega in città.

Un ospedale che negli anni passati è stato ridotto ai minimi termini con la chiusura di diversi reparti – ha aggiunto Gianfranco Mignosa, uno dei responsabili di “Adesso Augusta”, in riferimento al presidio ospedaliero cittadino – Non solo non vi è una Unità operativa di ortopedia e traumatologia, ma non esiste nemmeno un servizio ambulatoriale di ortopedia e traumatologia se non due giorni a settimana e solo la mattina. Prima questa carenza veniva sopperita dalla clinica di Villa Salus, che è stata trasferita “alle porte di Siracusa”. Ora bisogna arrivare fino all’ospedale di Lentini con tutti i disagi del caso”. Quindi Giorgio Italia ha sottolineato che l’idea di stilare la petizione è arrivata dopo “aver sentito i malumori di cittadini e operatori del settore che evidenziavano questa carenza”.

Il modulo per aderire alla petizione sarà a breve scaricabile tramite un’apposita pagina social. I promotori hanno annunciato che prossimamente saranno allestiti degli stand in piazza Duomo, per sottoporre ai cittadini il testo della petizione popolare e consentirne la sottoscrizione. Inoltre, saranno previsti punti di raccolta. “Chiederemo aiuto anche ai commercianti per la distribuzione della modulistica”, ha anticipato Casertano.

L’obiettivo minimo che si prefiggono i rappresentanti del movimento è di almeno duemila firme. È stato reso noto che ha già aderito all’iniziativa l’associazione Tds “a Tutela della salute e del presidio ospedaliero Muscatello”, presieduta da Domenico Fruciano. Oltre agli intervenuti, presenti per il movimento civico al tavolo dei relatori, Maria Blundo e Gabriella Tomaselli.


getfluence.com
In alto