Cronaca

Augusta, nuovo sequestro di tonno rosso privo di tracciabilità

AUGUSTA – Nuovo sequestro di tonno rosso a un paio di giorni da quello di circa 2,5 tonnellate, sempre a seguito del controllo di un furgone sul tratto autostradale tra Lentini e Augusta, grazie a un intervento congiunto posto in essere dalla Polizia stradale e dalla Guardia costiera.

Questo pomeriggio, sul tratto autostradale Catania-Augusta, in direzione Augusta, un’autopattuglia del Distaccamento di Lentini della Polstrada ha sottoposto a fermo, per accertamenti, un furgone, sul quale sono stati trovati 17 esemplari di tonno rosso, ammontanti a una tonnellata, “in assenza di qualsivoglia documentazione che ne attestasse la tracciabilità, o giustificanti il trasporto”.

Al conducente è stato intimato di recarsi al comando della Capitaneria di porto – Guardia costiera di Augusta, scortato dalla pattuglia della Polizia stradale. Quindi il trasgressore è stato sanzionato amministrativamente sia da parte della Polstrada, con una multa di circa 170 euro, per “non aver effettuato la revisione del veicolo”, che da parte della Guardia costiera, per circa 2.700 euro, per “mancanza di documentazione attestante la tracciabilità del prodotto ittico”.

Il medico veterinario dell’Asp ha infine misurato la temperatura sia superficiale che interna delle carni dei tonni rossi, giudicandoli non edibili e richiedendo pertanto all’autorità giudiziaria competente l’autorizzazione a procedere a immediato smaltimento degli stessi. I 17 esemplari di tonno rosso, sottoposti a sequestro, sono stati perciò trasportati all’inceneritore della società Gespi di Augusta, per essere avviati a distruzione.

inserzioni

Il trasgressore è stato inoltre denunciato all’Autorità giudiziaria aretusea per “aver trasportato prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione, considerata la non ottimale temperatura riscontrata nelle carni”.


inserzioni inserzioni
In alto